lunedì 19 aprile 2021
Logo Identità Insorgenti

L’Italvolt sceglie il Piemonte: e la Campania perde 19mila posti di lavoro

Lavoro | 21 Febbraio 2021

Una super fabbrica per la produzione di batterie elettriche. Una giga Factory tra le più grandi al mondo. 4000 posti di lavoro più 15000 nell’indotto. È il progetto Italvolt, guidato dall’imprenditore svedese Lars Carlstrom.

Un investimento di 4 miliardi di euro.

Doveva sorgere in Campania, verrà fatta in Piemonte.

Dopo 8 mesi di trattative con le regioni, si è scelto di stare al Nord per migliori “collegamenti stradali, autostradali e ferroviari”.

Non perché in Campania o in Calabria (altra regione che era in lizza) siano brutti e cattivi.
Non perché dobbiamo imparare “a impegnarci forte”(cit. Bussetti).

Ma perché per anni ci si è disinteressati completamente di una parte del paese, e le distanze createsi, senza una netta inversione di tendenza, tendono naturalmente ad allargarsi non a stringersi.

Le promesse piovono, i fatti no. Le attrattive fiscali sono ancora sulla carta, e gli imprenditori fanno gli imprenditori.

Fortunatamente con i soldi del Recovery il Governo sta lasciando intendere che situazioni del genere non si ripeteranno più; gli investitori stranieri non avranno più il dubbio se investire o no al Sud. Non prenderanno nemmeno in considerazione l’idea.

Maurizio Zaccone

Un articolo di Maurizio Zaccone pubblicato il 21 Febbraio 2021 e modificato l'ultima volta il 22 Febbraio 2021

Articoli correlati

Lavoro | 6 Gennaio 2021

LA STORIA

Mio fratello rider: vi racconto la vita di un addetto al delivery food

Lavoro | 4 Gennaio 2021

SALTI MORTALI

Dentro un Circo, con i suoi artisti, tra le vittime più colpite dall’emergenza sociale

Lavoro | 3 Novembre 2020

LA PROTESTA

400 famiglie licenziate: i lavoratori Whirlpool bloccano la stazione di Napoli e chiedono risposte