fbpx
domenica 25 ottobre 2020
Logo Identità Insorgenti

LO SCONFITTO

Debacle di Salvini a Sud (ma anche a Nord): perde mezzo milione di elettori rispetto al 2019

Politica | 22 Settembre 2020

Ci piacciono i numeri e sono i numeri a dimostrare – senza alcun dubbio – che è Matteo Salvini il grande sconfitto di queste regionali.  Fallisce miseramente, infatti,  il suo progetto di sfondamento al Sud, dove perde centinaia di migliaia di voti nelle regioni del mezzogiorno rispetto a un anno fa. Ma fallisce anche il suo rafforzamento al Nord, dove i veneti – leghisti per eccellenza – gli preferiscono Zaia sulle schede elettorali.

Puglia e Campania: mezzo milione di voti in meno per la Lega

Al Sud i numeri sono clamorosi. E la sconfitta pesantissima. 823.043 persone solo un anno fa, e solo in Puglia e Campania, avevano barrato per le Europee sul simbolo della Lega Nord, che raggiungeva in entrambi le regioni percentuali a due cifre. Quasi un milione di persone, insomma, avevano votato Salvini. Oggi invece, a solo un anno di distanza, tra Puglia e Campania sono 292596 (per noi sempre troppi) gli elettori che hanno scelto il partito più razzista d’Italia. In un anno insomma il leader della Lega è riuscito a perdere quasi mezzo milioni di consensi al Sud.  Nello specifico alle europee 2019 la Lega prendeva 419.623,  19,21%. Alle regionali 2020 invece in Campania lo hanno votato 132.130 persone, cioè il 5,64. In Puglia invece rispetto a un anno fa il partito di Salvini passa da 403.420 voti, che sono il 25,3 per cento, a 160.466 elettori, cioé il 9,58.

Insomma una debacle senza precedenti: ricordiamo solo, per fare un raffronto con gli altri partiti, che in Campania alle Europee il Carroccio era testa a testa col Pd e sovrastava quello della Meloni. Stavolta invece in Campania, oltre a essere  ovunque più debole di Fratelli di Italia viene surclassato dalla lista del Movimento 5 stelle e perfino da Italia viva di Matteo Renzi. Stesso copione in Puglia: il Carroccio anche qui è stato battuto nettamente da Fdi, al 13,3, e risulta testa a testa con Forza Italia,. Anche nel tacco d’Italia il partito di Salvini viene superato dai 5 stelle. E naturalmente questo apre un regolamento di conti nel “nuovo” Centrodestra che immaginiamo avrà conseguenze pesanti sulle imminenti comunali 2021.

Non va meglio al Nord dove la lista di Zaia triplica i voti di Salvini

Ma per Salvini il regolamento dei conti è anche interno al suo partito. Luca Zaia ha surclassato il suo leader e sicuramente anche questo fallimento verrà fatto pesare nelle scelte future.

La lista del Governatore del Veneto è andata oltre 30 punti quella del suo stesso partito. I veneti, leghisti doc, hanno preferito la lista di Zaia che quella della Lega, col nome di Salvini nel simbolo: facendogli capire capire in modo chiaro come la pensano.  Senza contare la Toscana dove Salvini ha imposto la sua candidata – la Ceccardi – che ha perso nettamente. Mentre il neogovernatore delle Marche è uomo della Meloni di comprovata fiducia della stessa…

E lui? Lui dice che i voti con le Europee non sono comparabili (senza spiegare perché) e minimizza la caduta del suo consenso spiegandola come un effetto dell’emergenza coronavirus.

Ci domandiamo se è lo stesso Salvini che 7 giorni fa prevedeva un “cappotto” 7-0 per il Centrodestra. Cappotto che non è arrivato.

Piuttosto per Salvini è arrivato un bel “cappottone” di quelli che si facevano a scuola: un bagno di paccheri insomma. Che probabilmente avrà conseguenze pesanti sul futuro dell’intera coalizione di Centrodestra.

Lucilla Parlato

 

 

Un articolo di Lucilla Parlato pubblicato il 22 Settembre 2020 e modificato l'ultima volta il 22 Settembre 2020

Articoli correlati

Politica | 24 Settembre 2020

ECO BALLE

I deliri di De Luca: “Saremo la Regione ambientalmente più avanzata”

Politica | 22 Settembre 2020

L’ANALISI

La vittoria tutta in discesa di De Luca, candidato senza oppositori. Più 700mila voti rispetto a 5 anni fa

Politica | 22 Settembre 2020

PARADOSSI

Lesina (Foggia), dove la Lega ha perso correndo da sola

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi