venerdì 23 agosto 2019
Logo Identità Insorgenti

LOMBROSO MODERNO

Il siur Brambilla: “I napoletani antropologicamente diversi non fanno biglietto sul bus”

Attualità | 21 Settembre 2018

Gianluca Brambilla, imprenditore brianzolo, torna a far parlare di sé.
Alle telecamere di Agorà su Rai3 affronta con decisione il problema di chi non fa il biglietto sui mezzi pubblici.
«I napoletani sono antropologicamente diversi, non vogliono fare il biglietto. I mezzi per loro devono essere gratis e fatiscenti, a Milano invece possono avere mezzi ultramoderni che si pagano»

Sprazzi di indignazione dallo studio degli ospiti presenti e della conduttrice e poi si va avanti.
E guai a risentirsi, mi raccomando, altrimenti si è piagnoni e vittimisti.
In fondo non ha ragione? Noi i biglietti non li facciamo, loro si e quindi meritiamo servizi più efficienti.
Noi, “antropologicamente” diversi, dobbiamo tornare alle carrozze con i cavalli e gli asini.
E’ dai tempi di Lombroso che ce lo spiegano e non vogliamo farcene una ragione.

Ora che a Milano il salto del tornello è da anni disciplina olimpica sarà solo un caso, è ovvio
https://video.corriere.it/…/b2657370-cc61-11e3-bd55-1293c86…
http://www.striscialanotizia.mediaset.it/…/salto-del-tornel…

Se nei primi 3 mesi del 2018 a Milano ne hanno beccati 70.000 senza ticket pure sarà un caso
https://milano.corriere.it/…/milano-stangata-atm-furbetti-s…

E che poi a Milano 1 passeggero su 4 non faccia il biglietto sarà di sicuro perché è meridionale chiaramente
https://milano.corriere.it/…/milano-atm-picco-evasori-buco-…

perché se a parlare è l’imprenditore brianzolo Gianluca Brambilla, c’è da fidarsi, di sicuro.
Lui è una star del piccolo schermo, conteso da anni da tutte le trasmissioni perché “dice le cose come stanno”
http://espresso.repubblica.it/…/gian-luca-brambilla-profess…

Da anni dice le cose come stanno.
E nel frattempo diceva le cose come stanno la Procura di Monza gli chiedeva “i soldi dove stanno”. Oltre mezzo milione di euro secondo l’accusa indebitamente percepiti grazie a fatture false e consulenze inesistenti
https://www.giornalettismo.com/…/gian-luca-brambilla-e-lend…L’indagine sembra sia stata poi archiviata.

Perché le macchinazioni sono all’ordine del giorno ma non bisogna farsi intimidire perché da noi
servono uomini con le palle che hanno il coraggio di dire le cose come stanno, mentre in Italia tutti fanno finta di non vedere, giocano “a fare l’indiano” come si suol dire.
�A onor del vero anche Brambilla fa l’indiano visto che il rampante imprenditore brianzolo la sua società se l’è fatta in India con 75 dipendenti indiani e solo 5 in Italia più le società alle quali si appoggia in Albania. Un vero purosangue tricolore.
https://www.economyup.it/…/il-brambilla-brianzolo-e-startu…/

Ma sono dettagli. Il curriculum è così di alto di spessore da meritare ospitate nei migliori salotti televisivi e adesso che è diventato pure antropologo, figuriamoci.
Quindi risparmiateci titoli in stile “piagnisteo napoletano”; concordiamo con la vostra tesi.
I napoletani sono antropologicamente diversi dai Brambilla.
E meno male.

Maurizio Zaccone

 

Un articolo di Identità Insorgenti pubblicato il 21 Settembre 2018 e modificato l'ultima volta il 21 Settembre 2018

Articoli correlati

Attualità | 21 Agosto 2019

IL FOCUS

C’era una volta il Vasto

Attualità | 20 Agosto 2019

BUONI ESEMPI

Rosario, 14 anni, che pulisce le strade tra Arenaccia, Vasto e Poggioreale

Attualità | 13 Agosto 2019

L’ADDIO

L’ultimo desiderio di Nadia Toffa: don Patriciello celebrerà i suoi funerali a Brescia

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi