sabato 20 luglio 2019
Logo Identità Insorgenti

L’OPINIONE

Non bevetevi la propaganda, studiate la storia del nostro popolo. Senza, la lotta è vuota

Emigrazione, Identità, Integrazione, Razzismo, Storia | 20 Ottobre 2014

emigrazione

Un pò di memoria storica non guasterebbe. E non venite a farmi gli esempi che noi qua, noi là, italiani brava gente ecc.ecc. Informarsi, oltre ciò che dà in pasto la stampa nazionale di regime, è un dovere (invece di abboccare supinamente solo alla retorica leghista/nazionale) soprattutto se poi si espongono i propri pensieri pubblicamente.

Abbiamo esportato la Mafia, abbiamo venduto i nostri figli, abbiamo prostituito le nostre mogli così come c’è stato chi è morto di emigrazione, di sfruttamenti, di mostruosità inumane…emigranti2

Informarsi, al di là di tutto, sarebbe un bene ed un dovere, soprattutto per chi si fregia di difendere la nazione di un popolo inesistente. Se un giuramento basta a far ingoiare la falsità che ci viene propinata, dando tutto per scontato, tutto corretto e tutto “politically correct”, allora voglio essere uno spergiuro! Se allinearsi alla massa senza un minimo di costrutto critico fa di me un italiano vero e un difensore della patria (?) allora voglio essere un traditore (!) ma restare fedele alle idee e ai valori con i quali sono cresciuto, e sono valori universali!!!

Conoscere la propria storia, sapere che siamo da 154 anni colonia di uno stato che si è impadronito del nostro futuro, essere consapevoli della nostra identità, fa di ciascuno di noi un uomo di questa terra ed è con questa consapevolezza che personalmente interagisco con chi viene in questa terra, senza paura di essere invaso. E’ la cognizione di ciò che sono che mi da la certezza di non subire alcuna influenza se non in maniera consapevole; è così che si crea integrazione e non l’emarginazione che poi è la vera causa che porta agli sfaceli sociali che ben conosciamo. Se non conosco la mia storia, le lotte e la tolleranza della gente che prima di me ha calpestato questa terra e poi successivamente ha esportato per il mondo il suo pensiero, se non conosco la mia identità, la situazione politico/coloniale che ci affligge, se non conosco i perché, in questo suolo italico, sono io che devo emigrare e non chi vive a nord di me, allora non so nulla!

E se ritenete tutto questo futile, irrisorio, senza senso…allora è chiaro ed evidente che per voi esisterà sempre qualcuno più meridionale di voi, perché se voi non conoscete il vostro dentro avrete sempre la convinzione che la colpa arriverà perennemente da fuori.

 Giuseppe Indipendentista Domitio

Un articolo di Identità Insorgenti pubblicato il 20 Ottobre 2014 e modificato l'ultima volta il 20 Ottobre 2014

Articoli correlati

Altri Sud | 6 Giugno 2019

CAOS SUDAN

Altri 40 cadaveri ripescati nel Nilo. Si teme per il ritorno dei Janjaweed

Battaglie | 22 Maggio 2019

LA SENTENZA

Riace vince il ricorso: i fondi Sprar erano legittimi. Lucano: “Contento, ma progetto distrutto”

Emigrazione | 5 Gennaio 2019

PRIMO BILANCIO

Aiuti ai migranti: da Napoli quasi seimila risposte al modulo del Comune

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi