mercoledì 20 novembre 2019
Logo Identità Insorgenti

Ma cos’è veramente Napoli?

News | 20 Novembre 2017

Una domanda che può sembrare atipica, folle. Cos’è Napoli veramente? Agli occhi dei napoletani, agli occhi degli italiani e di quelli del resto del mondo, questa città può essere mille cose diverse, stratificazioni di un’opinione che può essere influenzata o meno da una moltitudine di cose diverse. L’esserci nato, l’averla vissuta – che è differente dall’esserci vissuto -, averla vista attraverso i media – la televisione, per dirne una -.

La domanda non è casuale, avanza a seguito di una trasmissione andata in onda ieri sulla Rai, “antidoping”, che come spesso accade ha causato lamentele e considerazioni. Di trasmissioni che parlano di Napoli ne sono passate, e molto spesso ci si è trovati costretti a difenderci da opinioni diffamatorie o da stereotipi ultra secolari. Nella fattispecie, nella trasmissione di ieri ci si è trovati davanti delle interviste – montate ad hoc – nelle quali giornalisti denunciavano malaffari tra calcio e camorra asserendo però la mancanza di prove, misfatti e congiure che non possono essere dimostrate tra la città ed i giocatori – passati e recenti -, dove gli intervistati spergiuravano una ostentata certezza, pur non essendoci, a detta loro, la benché minima prova.

E questo è un fatto.

È successo dell’altro, però, ieri. Ed è questo che ci ha fatto riflettere e ci ha posto la fatidica domanda. In un servizio diviso letteralmente in due, dove la camorra scinde dalla bellezza di un popolo e di una civiltà intera, e questo è anche abbastanza palese. Ma perché la necessità di orientare un servizio di trenta minuti – che poteva tranquillamente campare solo di bellezza -, cospargendolo dei soliti luoghi comuni o di presunte inchieste dove c’è tutto tranne la cosa fondamentale che più di tutte contraddistingue le inchieste stesse, ovvero le prove?

Ed ecco il vero motivo della querelle. Ma Napoli, davvero, cos’è.

Napoli è l’equilibrio. Se sei incazzato, parli di Napoli. Se sei felice, embè, pure parli di Napoli. Se devi raccontare la bellezza fai vedere il Golfo, se racconti il male ritrovi Napoli. In qualsiasi contesto tu ti trova, parla sempre di Napoli, e vedi che non sbagli mai. Perché Napoli è proprio quell’equilibrio di cui tutti hanno bisogno, qualsiasi cosa ti ritroverai a dire ci sarà sempre qualcuno in accordo con te, e sempre qualcuno in disaccordo, pure. Qualcuno ti dice bravo, l’altro storcerà il naso. Di Napoli puoi dire quello che vuoi in base alle famose tre condizioni di cui sopra: ci sei nato, l’hai vissuta, l’hai sentita. Sta a voi scegliere tra le tre.

Di una cosa siatene sempre certi però, il mondo intero ha bisogno di equilibrio. Voi tutti, avete bisogno di Napoli.

Un articolo di Il Vaporetto pubblicato il 20 Novembre 2017 e modificato l'ultima volta il 20 Novembre 2017
#calcio   #camorra   #Napoli  

Articoli correlati

L'oro di Napoli | 17 Ottobre 2019

L’ORO DI NAPOLI

Ulisse attraversa il Golfo di Napoli

Sport | 14 Ottobre 2019

PALLACANESTRO

Inizia con un passo falso il campionato della Gevi Napoli Basket in A2

Eventi | 13 Ottobre 2019

IL CULTO DEL CAFFÉ

Al Riff Loungebar “Cafè Experience”: tra contest fotografico e documentario

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi