venerdì 14 maggio 2021
Logo Identità Insorgenti

Manita azzurra, il Napoli stende la Lazio 5-2

Con la doppietta alla Lazio, sono 17 i gol in campionato della stella azzurra, Lorenzo Insigne
Sport | 22 Aprile 2021

Cinque gol alla Lazio per restare agganciati al treno che porta dritti in Champions League.

A Fuorigrotta va di scena la manita azzurra, figlia di quattro firme diverse. Quelle di Politano, Mertens, Osimhen e il doppio sigillo di Insigne, salito a quota 17 gol in campionato.

Certo, la classifica parla ancora di quinto posto. Con la sconfitta di ieri del Milan e il pari nel pomeriggio dell’Atalanta, il Napoli è più che in corsa: due i punti che lo separano dal quarto posto, tre quelli da recuperare sulla seconda piazza rossonera.

Il rotondo successo ottenuto, inoltre, regala il vantaggio agli Azzurri negli scontri diretti proprio rispetto ai rivali biancocelesti, vittoriosi 2-0 a dicembre nel match di andata, ma sonoramente battuti stasera con tre gol di scarto.

La partita

La serata azzurra si mette in discesa quasi subito. Milinkovic annienta alla tempia di Manolas su azione d’angolo. La VAR richiama Di Bello, che opta per il rigore.

Dagli undici metri, Insigne spiazza Reina. Al 12° siamo già sul 2-0, grazie alla solita sterzata di Politano da destra verso sinistra, conclusa con un mancino radente sul primo palo.

La Lazio è stordita, ma non tracolla. Il Napoli amministra, senza soffrire più di tanto. L’unico vero pericolo per Meret lo porta Correa, che c’entra il palo con un destro scagliato dall’interno dell’area di rigore.

La ripresa inizia esattamente come la prima frazione di gioco.

Al 53° Insigne pennella il destro a giro e leva la ragnatela alla sinistra di Reina. Dieci minuti dopo, Mertens gira al volo, sotto la traversa dal limite dell’area, un assist a pelo d’erba di Zielinski.

Gol, spettacolo e commozione. Il belga, che raggiunge Vojak in vetta alla classifica dei marcatori azzurri in Serie A con 102 gol, gronda lacrime e dedica la sua rete alla nonna, scomparsa una settimana fa.

Avanti di quattro lunghezze, gli uomini di Gattuso calano la tensione. Immobile e Milinkovic riportano sotto la Lazio a -2, prima che Osimhen, subentrato a Mertens, provi a scaraventare a terra la porta biancoceleste con il missile che fissa il punteggio sul definitivo 5-2.

Antonio Guarino 

Un articolo di Antonio Guarino pubblicato il 22 Aprile 2021 e modificato l'ultima volta il 22 Aprile 2021

Articoli correlati

Sport | 11 Maggio 2021

Troppo Napoli, gli Azzurri fanno 100 e travolgono l’Udinese

Sport | 8 Maggio 2021

Il Napoli annienta lo Spezia, continua la corsa Champions

Sport | 6 Maggio 2021

A Napoli dal 4 al 6 maggio i Campionati Italiani di Scherma