fbpx
lunedì 30 novembre 2020
Logo Identità Insorgenti

IL RICORDO

Ci lascia Mario Scotti Galletta, portiere icona della pallanuoto napoletana

Sport | 13 Luglio 2020

Nel corso della sua carriera, Mario Scotti Galletta è stato uno dei portieri più iconici e importanti della pallanuoto italiana. Ci ha lasciati questa mattina, a soli 70 anni. Nel ’78, a Palermo, c’era lui a difendere i pali della Canottieri Napoli campione d’Europa. Poco più di dieci anni dopo ad Acireale, c’era sempre lui a parare il rigore decisivo a Michele Apicella, alter ego di Nanni Moretti in Palombella Rossa.

Quattro campionati italiani (1973, 1975, 1977, 1979) e una Coppa dei Campioni con la Canottieri di Fritz Dennerlein, l’oro mondiale con il Settebello, sempre nel 1978. Poi da allenatore dei giallorossi, la storica sconfitta nella finale scudetto dell’85 contro i cugini posillipini. Promotore della pallanuoto femminile, un movimento che in Italia deve la sua esistenza al lavoro che Mario e la moglie hanno portato avanti.

Era già tutto questo e altro, Mario Scotti Galletta, mentre io non ero che un ragazzino scansafatiche. C’è chi persegue il massimo ad ogni costo, per me invece il costo non è mai stato ininfluente, e cercavo quindi il miglior risultato sì, ma col minimo sforzo. Non è l’attitudine perfetta per uno sportivo.

Quando codardamente sfruttavo la scia dei miei compagni per faticare meno, fu lui a bacchettarmi bonariamente e a spiegarmi perché non dovessi farlo. Ogni qualvolta passava da Molosiglio, nonostante la figura altera ed imponente, forse per i baffi, era sempre prodigo di consigli. Mi insegnò tanto sul ruolo del portiere, anche se non sono mai riuscito a far fruttare tutti gli insegnamenti.

Lascio i veri aneddoti e ricordi intimi a chi lo ha conosciuto meglio, amici e parenti che oggi piangono la sua scomparsa. Mi tengo stretto la memoria di una persona gentile e disponibile, pronta a condividere tutta la propria esperienza anche con un ragazzino qualsiasi come me che ha avuto la fortuna di incrociare qualche volta la sua strada.

Claudio Starita

Un articolo di Identità Insorgenti pubblicato il 13 Luglio 2020 e modificato l'ultima volta il 13 Luglio 2020

Articoli correlati

Sport | 29 Novembre 2020

NEL NOME DI DIEGO

Uragano Napoli, 4-0 alla Roma

Sport | 28 Novembre 2020

IN DIFESA DI DIEGO

La vera storia del “grande” evasore fiscale Maradona

Sport | 27 Novembre 2020

IL RICORDO

Di quando ho visto Maradona e i suoi occhi videro me

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi