venerdì 19 luglio 2019
Logo Identità Insorgenti

MARKETING PER COLONIZZATI

Si chiama "Sorrento", ma nel nuovo panettone Bauli i limoni non sono igp (e ce n’è lo 0,3%)

DueSicilieOggi, Economia, Identità, Italia, NapoliCapitale | 12 Novembre 2013

bauli sorrento

 

Ci sono nomi che evocano alla mente immagini, suoni, sapori precisi. Questo devono aver pensato gli strateghi del marketing di un noto brand dolciario nazionale: la BAULI. La famosa azienda veronese ha infatti appena lanciato sul mercato un prodotto che si fregia del nome della “nostra” Sorrento. Trattasi, ovviamente, di una specie di torta al limone; peccato però che, dei limoni della splendida costiera (tra l’altro protetti dal marchio I.G.P.), nella ricetta in questione, pare non ve ne sia nemmeno l’ombra.

Sarebbe lecito chiedersi come una cosa del genere sia potuta accadere nella più assoluta tranquillità. Una tranquillità che sa troppo di ” normalità ” a mio avviso, di consuetudine: eh già, perché noi siamo da sempre una colonia interna; ragion per cui, i signori del nord vengono qui, osservano, scelgono il meglio e se ne appropriano come fosse la cosa più naturale del mondo. Ma non eravamo brutti, sporchi e cattivi …e pure arretrati?

Evidentemente, quando pare a loro, no! Bah. Intanto noi, da bravi colonizzati, ormai usi ad accettare supinamente l’altrui e nordico volere, a stento mandiamo qualche segnale di sdegno via web. In quest’ottica appare quindi normale che il ” signor Bauli ” si svegli una bella mattina e non abbia niente di meglio da fare che appropriarsi, per sfruttare a proprio esclusivo godimento, di un nome che è esso stesso un vero e proprio brand, infischiandosene per giunta delle norme relative ai prodotti I.G.P.

Ma si può davvero utilizzare il marchio Sorrento per commercializzare un prodotto che, in realtà, nulla ha a che vedere né con la tradizione e ne` con le materie prime tipiche della costiera sorrentina? Questo è quanto ho chiesto all’amministrazione comunale di Sorrento, nella persona del vicesindaco Giuseppe Stinga (e il comune di Sorrento ha addirittura un assessorato al Marketing territoriale). La risposta è stata chiara” Stiamo verificando i fatti in questione in maniera adeguata, per poter poi eventualmente procedere nelle sedi opportune”.

Qualcuno ha pure affermato che, legare il nome di Sorrento ad un prodotto italiano di riconosciuta qualità, possa addirittura giovare alla cittadina stessa in termini di ritorno pubblicitario e, quindi, anche economico. Evidentemente quel qualcuno dimentica che, certe inconfondibili bellezze, nonché una tradizione enogastronomica fatta di eccellenze, abbiano reso Sorrento tra le mete turistiche più rinomate e richieste al mondo. Il signor Bauli non ce ne voglia, ma se quell’angolo di paradiso ha ispirato nel tempo poeti, artisti e compositori di ogni dove, probabilmente potrà fare a meno di un certo tipo di pubblicità, tanto più se questo sfruttamento del nome non tutela i consumatori. Insomma collegare un prodotto “farcito con crema al limone”, al nome Sorrento, potrebbe indurre i consumatori a ritenere che, per la realizzazione del prodotto siano stati effettivamente utilizzati limoni di Sorrento. Cosa che non risulta dagli ingredienti della torta Bauli, dove si legge: infuso di scorze di limone (0,3%). Ovviamente non si specifica di quali limoni si tratta, ma già questo ci appare un po’ poco per chiamare una torta Sorrento o Sorrentina…

Floriana Tortora

Un articolo di Identità Insorgenti pubblicato il 12 Novembre 2013 e modificato l'ultima volta il 21 Ottobre 2014

Articoli correlati

Arte e artigianato | 29 Gennaio 2019

TRADIZIONI IDENTITARIE

Festa di Sant’Agata di Catania: la terza per importanza nel mondo

Attualità | 31 Dicembre 2018

FESTE E AMAREZZE

Da Matera a Potenza, da Napoli a Bari: Capodanno in piazza (e problemi rinviati al 2 gennaio)

Cultura | 13 Dicembre 2018

PRIMATI PARTENOPEI

Il cornetto gelato, inventato a Napoli dal gelataio Spica che lo brevettò

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi