fbpx
martedì 26 gennaio 2021
Logo Identità Insorgenti

MONOLOGO DEL VENERDI

De Luca: “Scuole, il governo vuole riaprire il 9 gennaio”

Attualità | 27 Novembre 2020
A cura di Marica Mazzella – Lucilla Parlato
Comunicazioni del governatore De Luca del 27 novembre 2020

Scuole verso la riapertura il 9 gennaio

“Facciamo il punto sulle due questioni che ci riguardano, questione covid e problemi di sviluppo economia. C’è stata ieri una riunione tra regioni e governo, al di là delle chiacchiere è emersa una cosa concreta, l’orientamento di aprire le scuole il 9 gennaio. Una delle cose più sconvolgenti in queste settimane sono le posizioni del ministro della pubblica istruzione spalleggiata dal presidente del consiglio: si poteva immaginare di aprire le scuole il 9 dicembre, chiuderle per le feste di natale e riaprirle a gennaio? Non ci sono parole, siamo in un paese in cui le cose più semplici e di buon senso sono una conquista, mi auguro che si aprano le scuole a gennaio evitando di incentivare la ripresa del contagio e mettendo i comuni in condizione di fare quello che devono.

Invio ispettori una cialtronata. Su colore zone non c’entra la sanità

Si sta ragionando sulle zone, la mia opinione è che queste zone sono una buffonata, abbiamo visto con quanta difficoltà anche dal ministero comunicano i dati relativi alla divisione in zone, ci sono dei motivi oggettivi e altri di politica politicante, la sanità non c’entra. Qualche settimana fa abbiamo assistito all’invio di ispettori, una cialtronata che abbiamo subìto, ad oggi la campania non ha ancora avuto copia delle relazioni degli ispettori, l’unica cosa che hanno trovato sono state cinque macchine in fila per fare i tamponi fuori al cotugno, questa situazione c’era in tutta italia, per il resto hanno trovato una situazione di eccellenza, era una iniziativa cialtronesca presa solo per dare soddisfazione a chi era impegnato contro la Campania.

Su Anestesisti e tamponi

In queste ore emerge il fatto che, ricordate la polemica sui dati, il presidente degli anestesisti ha dichiarato che ci sono regioni in italia che danno dati falsi sulle terapie intensive per fare abbassare la percentuale di occupazione delle ti, se hai 300 ricoverati e disponi di 600 posti in t.i. hai un tasso di occupazione molto oltre il 30% previsto come soglia di sicurezza, ma se denunci 1000 posti inesistenti, il tasso diminuisce al 30%, secondo il presidente degli anestesisti ci sono regioni che hanno fornito dati falsi, pensate che il ministero abbia mandato nuclei ispettivi oppure no?
Riguardo al numero di tamponi, la regione campania comunica il numero vero di tamponi molecolari che vengono fatti, ci sono regioni che comunicano un numero altissimo di tamponi ma non molecolari per fare abbassare la percentuale di positivo. Su questo dato qualitativo, di tamponi molecolari o rapidi, e sul dato di numeri effettivi di t.i. non abbiamo dal ministero della salute nessuna risposta certa.
La regione Campania è impegnata come sempre in una operazione verità, sia portato tutto alla luce del sole.

Sulla zona rossa, nessun controllo

Sapete che abbiamo avuto la decisione delle zone rosse, siamo di fronte a qualcosa che non merita commenti, al di là dei negozi di abbigliamento per adulti e di altri generi, scarpe pelletterie e altre è tutto aperto, e il livello dei controlli tranne i primi due giorni è praticamente uguale a 0, parlare in queste condizioni di zona rossa fa davvero indignare io ormai mi sono convinto che siamo nelle mani del padreterno e della regione campania, tutto il resto è ipocrisia e finzione, questa non è una zona rossa, non so che cosa sia, evitiamo di prenderci in giro.

La campagna d’aggressione contro la Campania

Un cenno inevitabile alla campagna di aggressione che abbiamo subito in questo mese e mezzo, si va ad esaurire perché la verità è più forte delle falsificazioni, ci sono trasmissioni che fanno aumentare gli ascolti anche falsificando i dati, parlare della campania fa aumentare gli ascolti, il modo migliore per rispondere a questi attacchi è cambiare canale, vi chiedo di agire di conseguenza, per quanto ci riguarda provvediamo sul piano legale per tutelarci. Sono stati dati numeri sul personale medico che sono un’assurdità, si è parlato di migliaia di medici arrivati. Noi abbiamo avuto tre bandi in italia della protezione civile, due di valore nazionale e un terzo bando chiesto da me riservato alla campania. L’ultimo bando ha registrato 158 prenotazioni, risposte dal personale sanitario, su 158 candidature gli anestesisti che arrivano in campania sono 3. Ovviamente i dati che fornisco io sono certificati dall’unità di crisi della regione campania, non sono dati falsi come chi fa sciacallaggio. Sui due bandi precedenti abbiamo avuto complessivamente 85 medici generici, avevamo chiesto 600 medici e 800 infermieri, quello che abbiamo è quello che vi ho detto, e 7 anestesisti nei due bandi precedenti. Per quanto riguarda dunque il personale, è confermato che in campania in buona sostanza non è arrivato niente, vi ricordo i dati di partenza dati istat 2018. la regione campania ha 17 mila dipendenti in meno della regione veneto con 1milione di abitanti in meno, 15mila in meno rispetto al piemonte e così via, in campania stiamo combattendo a mani nude e ringrazio il personale sanitario per gli sforzi che stanno facendo. Anche sui soldi arrivati alla campania ci sono falsificazioni, non solo non è arrivato nulla oltre ciò che ci è dovuto, ma ricordo che la regione campania è quella che riceve meno di tutta la nazione per il comparto sanitario, abbiamo fatto un miracolo. Abbiamo raddoppiato le terapie intensive in 4 mesi, siamo al 30-34% di occupazione, non abbiamo portato i malati nelle chiese o sotto le tende, abbiamo una buona tenuta in un contesto generale che è ovviamente di pesantezza, ma abbiamo un’ottima tenuta e anche nella seconda ondata si conferma il dato più significativo di tutti, in relazione agli abitanti abbiamo il tasso di mortalità più basso d’italia. Per il resto ovviamente non c’è tempo da perdere.

Sulle terapie intensive

C’è un dato non positivo nelle ultime settimane su cui stiamo ragionando, quando arrivano telefonate al 118 per portare persone in t.i. è capitato che dagli ospedali hanno risposto che non abbiamo posti liberi, siccome i posti sono su base regionale e non ospedale per ospedale, ci è capitato che dalla cabina di regia regionale comunicavano che c’erano x posti liberi, e dal 118 hanno detto che non ce n’erano, è capitato più volte in orario serale, la sensazione è che qualche buontempone quando arrivano chiamate alle otto di sera dica che non ci sono posti perché poi deve fare la nottata, negli scorsi anni l’abbiamo notato con i pronto soccorso, quando arrivava qualcuno in pronto soccorso di sabato pomeriggio dicevano che non c’era posto, c’è una piccola percentuale di farabutti che non fa il proprio dovere, accerteremo anomalie comportamentali con il pugno di ferro.
Per il resto lavoreremo verificando nei prossimi giorni un’apertura rispetto all’intra moenia, daremo un’apertura anche in questa direzione, nel frattempo stiamo procedendo con le cose serie, con i nuovi ospedali che dobbiamo realizzare, è stata giudicata finalmente la gara per la realizzazione dell’ospedale unico della costiera sorrentina, 65milioni di euro, in campagna elettorale qualcuno diceva che erano le solite promesse, si conferma che quello che dice il presidente della regione campania prima durante e dopo le campagne elettorali si fa, credo abbiate imparato che gli impegni che prendo io si fanno, entro il 2021 avremo il progetto e anche la gara. Sul resto dell’edilizia ospedaliera, stiamo cominciando a spostare la nostra attenzione sulla prospettiva, il covid passerà, dobbiamo cominciare a concentrare le nostre energie sulla prospettiva, sul rilancio dell’economia, sul lavoro per i nostri figli e chi cerca di difenderlo,

Progetti della regione Campania su altri settori

Ieri in giunta abbiamo approvato 10 milioni di euro stanziati per progetti di viabilità, abbiamo approvato un’integrazione degli indennizzi regionali agli allevatori di bufale costretti ad abbatterle per la battaglia contro la brucellosi, 10 milioni di euro, abbiamo stanziato 10 milioni di euro per un progetto di produzione di un prototipo di aereo per le linee a corto raggio a propulsione elettrica, abbiamo approvato una delibera strategica stanziando 100 milioni di euro per dotare la regione di progetti esecutivi in vista dei fondi europei, in italia a volte abbiamo miliari a disposizione ma non riusciamo ad usarli per la mancanza di progetti, mentre c’è gente impegnata nello sciacallaggio ci stiamo impegnando a dotare la regione di un parco di progetti esecutivi da subito per essere pronti a utilizzarli nel campo del trasporto, dell’edilizia sanitaria scolastica e sportiva e del risparmio energetico, abbiamo progetti che saranno messi a disposizione della regione e che saranno su una piattaforma dedicata per essere a disposizione di tutti e anche per iniziare un lavoro di digitalizzazione.

Sui fondi Europei

Avremo due grandi capitoli, recovery fund e il nuovo programma 2021 2027, il nuovo fesr, il nuovo piano di sviluppo rurale, qui dobbiamo stare attenti è un atto un tentativo per ridurre drasticamente le risorse destinate al sud, ad oggi non abbiamo nessuna certezza sulla percentuale di fondi europei destinati al sud, lancio un grido d’allarme, è n atto un tentativo di depredare il sud anche di risorse europee a vantaggio del centro nord, questa cosa va tenuta d’occhio, al centro nord quando si tratta di prendere fondi tutte le realtà politiche sono d’accordo, al sud non regala niente nessuno.
Per l’edilizia ospedaliera stiamo facendo una messa a punto, tra i tanti risultati straordinari c’è il fatto che abbiamo strappato 1 miliardo e 300 milioni per l’edilizia ospedialiera, si stanno varando le gare per la progettazione o facendo progetti esecutivi per decine di ospedali, abbiamo interventi programmati per l’ospedale di nola, castellammare, torre del greco, 65 milioni per il nuovo ospedale di giugliano, altri 15 milioni per l’ospedale di pozzuoli, 100 milioni per il recupero degli incurabili, il san Paolo, il Moscati, risorse importanti per Ariano, interventi per nuove tecnologie, parte un ospedale nuovo a Sessa Aurunca, riparte il policlinico a Caserta, interventi importanti ad Aversa, Capua, Maddaloni.

Palazzo Penne e Ospedale Annunziata e altri progetti

Mi è capitato di vedere qualche conduttore televisivo di sfuggita, ho avuto l’impressione che fosse un po’ esaltato, ci sono personaggi che in genere ricoveriamo al cardarelli per coma etilico, quando ho visto questo personaggio ho pensato, se fosse stato a Napoli l’avremmo già ricoverato.
In campagna elettorale avevamo previsto 10 interventi per la città di Napoli, sta partendo un progetto per il settore agro alimentare, il 3 dicembre firmiamo a roma il contratto istituzionale per lo sviluppo del centro storico di napoli, vale 90 milioni di euro, la regione è impegnata in un progetto di recupero di Palazzo Penne e ospedale Annunziata.
Abbiamo approvato la proroga dei termini per le richieste dei commercianti, sono previsti contributi per le imprese artigianali e gli ambulanti, stiamo prevedendo anche interventi di ristori per ambulanti e commercio.
entro dicembre si conclude un concorso per oltre 1000 posti di lavoro per i centri dell’impiego della regione campania, stanno facendo la formazione formez i quasi 3000 vincitori del concorsone della regione campania, questa formazione si conclude a maggio e saranno stabilizzati altri 3000 giovani.
4000 posti di lavoro, è la più grande operazione sociale che si sia fatta in italia, non ne parleranno nelle varie trasmissioni o sui vari giornali. c’è una dedica che devo fare ad un pinguino che scrive sul corriere della sera ma me la riservo per il futuro, ha prodotto un articolo che è il punto più alto raggiunto in italia dal punto di vista della volgarità, cafoneria, ignoranza e rancorosità.

Il piano regionale per le disabilità e l’informatizzazione della Regione

Oltre il capitolo covid siamo impegnati per il futuro, abbiamo approvato il piano regionale per le disabilità, stiamo cercando di capire come dare una mano alle famiglie per gli asili nido, emerge una criticità drammatica per l’anno prossimo, i nati in italia scenderanno sotto le 400 unità, dunque le grandi questioni che riguardano il futuro del nostro paese, oltre la battaglia per il covid. Inoltre stiamo riprendendo in mano un tema rispetto al quale abbiamo avuto ritardi negli anni passati, il tema connesso della sburocratizzazione e informatizzazione della regione campania, abbiamo ormai funzionante la piattaforma sinfonia sulla sanità campana, lavoreremo per mettere in piedi la piattaforma logistica per il farmaco, abbiamo l’obiettivo di diventare la prima regione in italia per la digitalizzazione, siamo già diventati la prima regione in italia per i tempi di pagamento, non si direbbe ma siamo stati i migliori, paghiamo a 26 giorni per il comparto sanitario.

Il bonus per il risparmio energetico

Un ultima notizia credo che andremo ad una proroga per il piano casa, vorremmo far usare il bonus per il risparmio energetico a quanti più cittadini.
Avete tutte le ragion per essere orgogliosi della campania, di napoli, del sud. Stiamo facendo in campania quello che non avrebbe fatto nessuna regione in italia nelle nostre condizioni di personale, finanziarie in cui abbiamo dovuto lavorare, sono pronto ad accettare smentite, e questo avendo atto in questi anni un risanamento finanziario totale della nostra regione, dunque abbiamo motivo per coltivare senza supponenza ma a testa alta l’orgoglio campano, avremo nei prossimi mesi risultati importanti.
I tedeschi dicono Gedult überwindet alles, la pazienza vince tutto, la realtà è dura da cancellare, le chiacchiere scritte o parlate rimangono chiacchiere. Altra cosa che ricordo sempre, questo è freud, ogni eccesso racchiude in se la propria distruzione, quando si esagera e parlo delle trasmissioni, si finisce di cadere sulla propria falsità e nullità, ho avuto tantissimi messaggi di solidarietà per quello che abbiamo subito in queste settimane, credo che abbia guadagnato un altro 10% di voti, in italia il coraggio della libertà e della verità sono merce rara. Un saluto affettuoso, un abbraccio a voi e alle vostre famiglie”

Un articolo di Identità Insorgenti pubblicato il 27 Novembre 2020 e modificato l'ultima volta il 27 Novembre 2020

Articoli correlati

Attualità | 22 Gennaio 2021

Il monologo del venerdì di De Luca: vaccinare tutti entro il 2021. Le superiori in classe dal 1 febbraio

Attualità | 21 Gennaio 2021

Anche le firme di Totò e Maradona: asta di autografi per il reparto pediatrico oncologico di Firenze

Attualità | 20 Gennaio 2021

A Piazza Cavour crolla il locale adiacente alla chiesa del “Rosariello”