fbpx
martedì 22 settembre 2020
Logo Identità Insorgenti

MOSSE RICALCATE

Dema e la movida al Centro direzionale: idea di altri, di cui si discute già con la Regione

Senza categoria | 28 Maggio 2020

Giorni fa l’avvocato Emilio Coppola, che spesso lancia riflessioni anche sulle pagine di questo giornale, aveva lanciato l’idea di spostare parte della Movida al Centro Direzionale.

“Non sono da tempo un grande frequentatore della movida, ma noto un grande accanimento in questi ultimi giorni verso il popolo della notte. I locali notturni a Napoli si sviluppano pressoché tutti in zona Aniello Falcone e nel quartiere Chiaia ed è chiaro che bisognerà rivedere alcune cose per il futuro.
Intanto una soluzione semplice semplice – spiegava Coppola sul suo seguitissimo profilo fb – mi sembrerebbe l’istituzione di una zona ZES al centro direzionale per agevolare chi vuole decongestionare quelle zone e vista la crisi che sta portando ad uno svuotamento progressivo della city cittadina potrebbe vedere questa una soluzione percorribile per diverse ragioni”.

Coppola elencava anche i motivi per cui ritiene l’idea vincente:

“Anzitutto si potrebbe così risolvere l’annoso problema della prostituzione con più controlli e parcheggi per chi si vuole divertire – motivava – In secondo luogo sarebbe conveniente per la gratuità di spazi esterni in cui sviluppare la movida ben oltre le 23. Poi si offrirebbe la possibilità di non affollare le vie cittadine poiché facilmente accessibile dalla provincia. E infine si riqualificherebbe una zona che è centrale solo sulla mappa. Questo – concludeva – non significa che le zone storiche della movida debbano essere abbandonate, anzi, bisogna favorire i gestori storici dei baretti ad acquisire i locali ormai desolatamente vuoti del centro di Napoli… È una proposta perfettibile ma secondo me realizzabile” spiegava.

Subito dalla Regione erano arrivati segnali d’interessamento per la proposta.

Ora apprendiamo con piacere che il sindaco di Napoli ha trovato la geniale soluzione per la movida: spostarla al centro direzionale. Lo scrive oggi Luigi Roano sul Mattino. Il titolo è “Movida, mossa di Dema. Voglio portare i ragazzi al Centro direzionale”. Ieri a Mattino 5 infatti il sindaco ha annunciato per oggi l’ordinanza, premio parere dell’Anci, che consente ai locali della città l’apertura h24. Poi la “mossa”: “Decongestionare la movida spostandola al Centro direzionale, all’Ippodromo, alla mostra d’Oltremare e all’ex area Nato”.

Insomma, ispiratissimo. Ma non originale.

Ironico ed elegante il commento di Coppola: “Non ho bisogno di medaglie da appuntarmi ma per la città sto sempre a disposizione”.

Ad ogni modo una buona notizia: forse per la prima volta Regione e Comune sono d’accordo su qualcosa.

Lucilla Parlato

Un articolo di Lucilla Parlato pubblicato il 28 Maggio 2020 e modificato l'ultima volta il 28 Maggio 2020

Articoli correlati

Senza categoria | 6 Settembre 2020

IL RACCONTO

Porta Capuana, crocevia di una storia lunga venticinque secoli

Poesie Metropolitane | 30 Agosto 2020

Le poesie in napoletano della domenica a cura di Poesie Metropolitane

Poesie Metropolitane | 23 Agosto 2020

I versi in napoletano della domenica di Poesie Metropolitane

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi