giovedì 27 giugno 2019
Logo Identità Insorgenti

MUSEI

Le “terne” per il ruolo di direttore di Pompei, Caserta e Campi Flegrei. Ora la parola a Bonisoli

Beni Culturali | 13 Aprile 2019

Rese note le terne dei candidati a direttore di I fascia e II fascia dei musei e siti archeologici campani.

I tre nomi in gara per Pompei e Reggia di Caserta

Per la Reggia di Caserta la terna in corsa è composta da Mario Epifani, Tiziana Maffei e Francesco Palumbo.
Per il Parco archeologico di Pompei la terna è composta da Maria Grazia Filetici, Maria Paola Guidobaldi e il direttore generale uscente Massimo Osanna.
Questi i nominativi individuati dalla Commissione per il livello dirigenziale generale a seguito di regolare svolgimento dei colloqui avvenuti il 3, 4 e 5 aprile 2019. Sarà ora il Ministro Alberto Bonisoli a scegliere tra i candidati i futuri direttori della Reggia di Caserta e del Parco archeologico di Pompei.
Maria Grazia Filetici, architetto, a Pompei è stata architetto capogruppo del progetto speciale “Pompei per tutti”, il progetto per il superamento delle barriere architettoniche finanziato nell’ambito del Grande Progetto Pompei.
Maria Paola Guidobaldi, archeologa, profonda conoscitrice di Pompei e di Ercolano, ex direttrice degli scavi dell’antica Herculaneum e autrice di varie pubblicazioni.
Cosa dire su Massimo Osanna? Di lui si sa tutto o quasi, e anche se è ex direttore generale di Pompei, continua a frequentare assiduamente il Parco archeologico essendo ancora direttore scientifico degli scavi nella ormai famosa Regio V.
Per la Reggia di Caserta:
Mario Epifani, funzionario storico dell’arte della Soprintendenza archeologia belle arti e paesaggio per la città metropolitana di Torino.
Tiziana Maffei, architetto, presidente ICOM Italia per il triennio 2016 – 2019, componente del consiglio di amministrazione dell’Università Alma Mater di Bologna e componente del Comitato tecnico scientifico per il paesaggio del Mibac per il triennio 2018 – 2021.
Francesco Palumbo, direttore dell’Agenzia regionale del Turismo in Toscana, ex direttore della Direzione generale Turismo del Mibact, manager di professione.

I tre nomi in lizza per i Campi Flegrei

Qualche giorno fa sono state rese note anche le terne per i direttori dei musei e siti archeologici autonomi cosiddetti di seconda fascia tra cui il Parco archeologico dei Campi Flegrei. La terna di nomi in questo caso sarà valutata dal direttore generale dei Musei Antonio Lampis che sceglierà a chi dei tre assegnare la carica . Tra i nomi di nuovo Maria Grazia Filetici, in lizza anche per Pompei, Luigi La Rocca e Fabio Pagano.
Luigi La Rocca, soprintendente ad interim ai Beni Archeologici di Foggia, già soprintendente ai Beni Archeologici della Puglia.
Fabio Pagano, archeologo medievista, ex direttore del Museo archeologico nazionale di Cividale del Friuli, attuale direttore del Museo archeologico nazionale e teatro romano di Spoleto.

Fuori gli “stranieri” dalle terne scelte dalle commissioni

Fuori ogni nome che lontanamente possa essere definito “straniero”. Un caso o una volontà politica? Difficile dirlo.
Entro il 21 maggio conosceremo il responso e con esso i nomi dei nuovi direttori di Pompei, Reggia di Caserta e Campi Flegrei.

Susy Martire

Un articolo di Susy Martire pubblicato il 13 Aprile 2019 e modificato l'ultima volta il 13 Aprile 2019

Articoli correlati

Arte | 27 Giugno 2019

MISTERI SVELATI

Codice Voinych: decifrato, forse, il manoscritto proveniente dal castello Aragonese di Ischia

Arte | 27 Giugno 2019

ATLANTE DEI LUOGHI DIMENTICATI

Capua tra incuria, degrado e personale fantasma

Beni Culturali | 24 Giugno 2019

IDENTITÀ OLTREOCEANO

Teresa Cristina di Borbone: un ponte tra Rio de Janeiro e Napoli

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi