martedì 12 novembre 2019
Logo Identità Insorgenti

NAPOLETANI DI SUCCESSO

I fratelli Dinacci, l’arte orafa partenopea si fa eccellenza

Arte e artigianato, Imprese, Made in Sud, NapoliCapitale | 18 Ottobre 2017

I Fratelli Dinacci sono un’eccellenza partenopea: guidano la storica azienda orafa napoletana giunta alla terza generazione e specializzata nella produzione di montature per anelli, collane, bracciali e orecchini in oro 18 carati e in platino (ad oggi realizza circa 3 quintali di montature all’anno).

Non solo sono noti per la loro attività orafa ma anche per quella di import-export: l’azienda chiuderà in attivo il 2017, secondo quanto irporta il sito Fashion Network, con un fatturato di 4 milioni di euro, in aumento dai 3,5 mln del 2016, con una crescita di circa il 5-10% anno su anno, realizzato per il 65% in Italia e il 35% all’estero, America, Europa e Libano sono i principali mercati.

“Con 100 anni di tradizione alle spalle, possiamo dire di essere tra i rappresentanti della vera tradizione orafa napoletana. Abbiamo ancora la nostra boutique storica, 24 metri quadrati in via Grandi Orefici 7, ormai fulcro della gioielleria a livello nazionale, con anche un laboratorio di 140 metri quadrati”, ha raccontato a FashionNetwork.com Flavio Dinacci, AD e titolare della società insieme alla sorella Tiziana. “Da 21 anni abbiamo aperto una nuova sede presso il centro orafo il Tarì, che abbiamo contribuito a fondare insieme ad altri storici marchi napoletani”.

Nella nuova sede i Dinacci hanno implementato anche le attrezzature necessarie per il recupero degli scarti della lavorazione dell’oro, unica azienda presenti il Tarì a farlo: “Dalla lavorazione dell’oro per i nostri circa 500 clienti arriviamo a recuperare un quintale e mezzo di oro all’anno, che restituiamo ai clienti”, ha spiegato Dinacci.

Un articolo di Identità Insorgenti pubblicato il 18 Ottobre 2017 e modificato l'ultima volta il 17 Ottobre 2017

Articoli correlati

Arte e artigianato | 2 Ottobre 2019

A MATERA

Le galline si fanno opera urbana: l’installazione della lucana Pastore

7arti | 12 Giugno 2019

L’INTERVISTA

Mario Talarico, storico ombrellaio: “Sogno una scuola di artigiani per non perdere le antiche tradizioni”

Arte e artigianato | 28 Maggio 2019

IL MURALE

Ai Colli Aminei c’è il Maestro Avitabile. Mane mane firmato da Naf-Mk

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi