fbpx
venerdì 7 agosto 2020
Logo Identità Insorgenti

Napoli. Amministrative 2016: candidata a sua insaputa

News | 29 Gennaio 2017

NAPOLI, 29 GENNAIO 2017 – La politica che sconfina in altro, purtroppo. Federica De Stefano, 23 anni, affetta da sindrome di Down, ha scoperto di essere stata candidata a sua insaputa alle scorse amministrative in città (giugno 2016) a sua insaputa: 16esimo posto nella lista civica “Napoli Vale” a sostegno della candidata a sindaco del centro sinistra Valeria Valente. 2 i voti conquistati dalla giovane inconscia di tutto.

La notizia è stata appresa grazie al consueto provvedimento da parte della Corte di Appello di Napoli per rendicontare le spese della campagna elettorale, ed è in quel momento che è scattato l’allarme, e l’indignazione, da parte della famiglia di Federica. Pronti a sporgere denuncia, ovviamente.

Per potere accedere alla candidatura alle elezioni si necessita di una firma autenticata insieme alla presentazione di un certificato che attesti l’iscrizione ufficiale del candidato alle liste elettorali. Quindi, qualora fosse confermato il fatto, significherebbe che qualcuno abbia effettuato tutto ciò al posto di De Stefano falsificando gli atti. Ad aiutare la famiglia c’è Toni Nocchetti, presidente dell’associazione “Tutti a scuola”, da una vita vicino ai diritti dei ragazzi disabili che commenta così il grave fatto: “Federica naturalmente non ha fatto niente di tutto questo. Dunque: chi ha firmato al suo posto? Chi ha presentato la documentazione certificando il falso? E se così non è: come si verificano errori tanto gravi? Qualcuno dovrà spiegarcelo“.

 

Un articolo di Il Vaporetto pubblicato il 29 Gennaio 2017 e modificato l'ultima volta il 29 Gennaio 2017

Articoli correlati

Italia | 12 Marzo 2020

CORONAVIRUS

Libri, film, giga gratuiti: i regali delle aziende digitali per questi giorni di quarantena

L'oro di Napoli | 16 Dicembre 2019

L’ORO DI NAPOLI

16 dicembre 1631: San Gennaro ferma la lava

News | 30 Settembre 2019

LA POLEMICA

A Torino foto dei suoi studi in mostra. Il comitato no Lombroso: “Scatti razzisti”

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi