martedì 2 marzo 2021
Logo Identità Insorgenti

Napoli come Raqqa, oppure no?

News | 17 Maggio 2018

“Napoli come Raqqa”, parola del presidente dell’ordine dei medici Silvestro Scotti, pronunciata dopo l’episodio montato ad arte e balzato come sovente accade su tutte le reti nazionali, di un presunto attacco con spranga provocato ai danni di un’ambulanza in piazza degli artisti, avvenuto giorni fa.

Presunto, sì, perché oggi le indagini portano ad una svolta nel caso, e ad una seconda ipotesi. L’ambulanza non sarebbe stata attaccata, ma potrebbe essere stata vittima di un incidente – provocato tra l’altro da una manovra sbagliata -. L’ipotesi è che nel velocizzare i tempi di soccorso l’auto abbia tagliato la piazza pedonalizzata, portando allo spezzamento una fune che mantenava un paletto di ferro sbalzato poi via dall’urto. Un caso, appunto, tuttora da chiarire. Ciò che resta ovviamente è l’immagine di Napoli, ancora una volta deturpata e violentata. Di episodi simili succedono d’altronde in tutta Italia, e non c’è alcuna necessità di scomodare una città come Raqqa. Lì, ahinoi, le ambulanze non girano neanche quasi più.

Un articolo di Gianluca Corradini pubblicato il 17 Maggio 2018 e modificato l'ultima volta il 17 Maggio 2018

Articoli correlati

Agroalimentare | 13 Febbraio 2021

“Le centenarie”, le pizzerie storiche di Napoli, hanno un nuovo direttivo

News | 10 Febbraio 2021

La più antica immagine della sirena Parthenope

Identità | 11 Dicembre 2020

AMA ‘A ZON-A TOJA

Artigiani, librerie, negozi di specialità: comprare on line ma al Sud