fbpx
domenica 12 luglio 2020
Logo Identità Insorgenti

Napoli (e non solo) sfiducia Vincenzo de Luca

News | 24 Marzo 2018

NAPOLI, 24 MARZO – Qualcuno, nei giorni che hanno preceduto la manifestazione, li ha chiamati “quattro gatti” – palesando, peraltro, una completa estraneità alle dinamiche e alle lotte che in questi anni hanno interessato la città partenopea -, ne erano invece migliaia, secondo qualcuno oltre diecimila, in marcia da piazza Mancini contro gli intrecci milionari e maleodoranti tra mala politica, imprenditoria deviata e camorra.

L’inchiesta Bloody Money di Fanpage è soltanto la punta dell’iceberg di un sistema ben oleato che affonda le sue radici in un passato torbido e neanche troppo lontano, un sistema che però i comitati di base e le associazioni del territorio denunciano e combattono da anni. La continua gestione emergenziale dello smaltimento dei rifiuti campani foraggia ancora oggi – come documentato da Fanpage – le commistioni criminali tra sistemi camorristici e politica deviata, un circuito speculativo capace di fruttare montagne di soldi a scapito della salute dei cittadini. Napoli, città ribelle, si oppone ancora una volta a queste logiche, schierando in piazza un esercito eterogeneo e compatto in difesa della propria terra e della salute pubblica. Un diritto inalienabile, in un paese civile.

L’inevitabile epilogo della giornata ha avuto luogo al palazzo della Regione Campania, dove centinaia di manifestanti hanno simbolicamente restituito i sacchetti della discordia al Governatore de Luca. Tanto meno simbolicamente, la richiesta univoca e a voce alta, da parte di quella marea definita “4 gatti”, è quella di fermare il continuo martirio che la nostra terra sta subendo da anni. Di fermare l’onda di biocidio che anche l’inchiesta “bloody money” ha portato avanti. Un grido che non si rassegna al silenzio di tutti gli altri, perchè ne erano tanti, tantissimi oggi a chiederlo. Una richiesta che non può restare inascoltata, da nessuno: “Jatevenne!”.

Un articolo di Antonio Corradini pubblicato il 24 Marzo 2018 e modificato l'ultima volta il 24 Marzo 2018

Articoli correlati

Eventi | 8 Luglio 2020

OPEN HOUSE

Il festival internazionale dell’architettura e del design torna a Napoli il 3 e il 4 ottobre

L'oro di Napoli | 5 Luglio 2020

L’ORO DI NAPOLI

Megaride, tra storia e leggenda

Imprese | 4 Luglio 2020

RICOMINCIO DAL CENTRO

La Locanda Gesù Vecchio lancia un nuovo menù e un evento per la ripresa

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi