lunedì 19 agosto 2019
Logo Identità Insorgenti

Napoli, firmato contratto d’appalto per il Parco della Marinella

News | 12 Gennaio 2018

Un altro importante tassello per la riqualifica del territorio della città di Napoli è stato fatto da Palazzo San Giacomo, con la firma del contratto d’appalto per la progettazione e la realizzazione dell’intervento del Parco della Marinella, per un importo dei lavori pari a 4,2 milioni di euro, affidato al raggruppamento temporaneo di tali impreseREAM srl, Vivai Barretta srl e Green’s service di Riccio Paolo.

Il Comune di Napoli riscrive la storia e il destino di una delle zone più travagliate e degradate del capoluogo campano, un’area dove il verde e i parchi sono praticamente quasi nulli e nella quale, negli anni, si sono susseguite occupazioni abusive da parte dei senza tetto, dando vita ad un grosso campo nomadi.

Palazzo san Giacomo, nel diramare la notizia, ha anche indicato che, subito dopo questa stipula, è prevista la predisposizione, da parte dell’aggiudicatario, entro il termine di 20 giorni dall’ordine di servizio del Comune del progetto esecutivo e che, solo dopo l’approvazione dello stesso da parte del Comune, sarà prevista l’esecuzione dei lavori, per i quali è stata stabilita una tempistica da contratto di 149 giorni, decorrenti dalla data di consegna.

L’intervento, già finanziato con le risorse del Patto per lo sviluppo della città metropolitana di Napoli, consiste nella realizzazione di un nuovo parco urbano nell’area corrispondente alla parte costiera dell’antico borgo Loreto, compresa tra via Amerigo Vespucci, il bastione del Carmine, l’ex caserma di Cavalleria, il Mercato ittico e le infrastrutture del porto. 

Il progetto prevede, per il futuro complesso, circa 30.000 metri quadrati, contraddistinti dalla presenza di numerose essenze arboree, e concepito come parco giochi inclusivo, in cui anche i bambini, con capacità e abilità diverse, potranno giocare, interagire e integrarsi all’interno della comunità.

Il nuovo Parco della Marinella sarà autosufficiente energeticamente e accoglierà delle gradinate progettate per uno spazio teatrale all’aperto, una fontana e degli spazi edilizi destinati a piccole attività commerciali, impianti e servizi igienici.

Un articolo di Il Vaporetto pubblicato il 12 Gennaio 2018 e modificato l'ultima volta il 12 Gennaio 2018

Articoli correlati

Cultura | 29 Luglio 2019

ARGENTO DI NAPOLI

La Neapolis greca batteva conio quando a Roma si usavano pezzi di rame

NapoliCapitale | 17 Luglio 2019

PATTO PER NAPOLI

22 interventi per il Centro Storico. Si va dagli Incurabili a Palazzo Penne

NapoliCapitale | 15 Luglio 2019

L’EREDITA’ DELL’UNIVERSIADE

Napoli vince la sfida: ora si preservino i 70 impianti ristrutturati

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi