sabato 25 gennaio 2020
Logo Identità Insorgenti

NAPOLI IN PIAZZA

Domani contro la camorra presidio in piazza Nazionale con un Popolo in Cammino

Attualità, Criminalità | 4 Maggio 2019

Riceviamo e pubblichiamo da Un Popolo In Cammino

Siamo stanchi. Ancora una volta la camorra torna a colpire i quartieri della nostra città. Siamo stanchi della violenza, di questi criminali, della crudeltà delle loro azioni. Un ennesimo conflitto a fuoco e a rischiare la vita questa volta è una bambina di 4 anni, ferita da colpi di pistola. Napoli ha bisogno di essere disarmata, di essere liberata dalle camorre e dalla loro violenza.
Nel frattempo continuano i proclami sulla sicurezza, la caccia al clandestino da parte di un Ministro dell’Interno, che è completamente incapace a svolgere il suo ruolo. Le camorre secondo la propaganda sarebbero dovute sparire in un lampo e invece sono ancora in questa città a mettere a rischio la vita delle donne e degli uomini, dei bambini. Promesse non mantenute e vuota retorica. A Napoli non manca solo la sicurezza. Servono altri strumenti strutturali per disarmare questa violenza. Continuano a mancare le risorse per scuola, cultura, lavoro e welfare. Anche qui abbiamo ascoltato in questi anni solo parole, senza mai vedere un atto concreto.
E allora siamo stanchi di attendere. Napoli la disarmiAmo noi, con la forza di una reazione civile, sociale e culturale. Ci vediamo domenica mattina alle 11.00 a Piazza Nazionale. Napoli ha bisogno di tutte le donne e gli uomini liberi, di tutte le intelligenze e le energie che saranno necessarie per cacciare via questa guerra dalla nostra città.

Un popolo in cammino

Un articolo di Lucilla Parlato pubblicato il 4 Maggio 2019 e modificato l'ultima volta il 4 Maggio 2019

Articoli correlati

Attualità | 24 Gennaio 2020

L’APPELLO

Cercasi donatore di midollo per Gaja, 12 anni, affetta da aplasia midollare

Attualità | 24 Gennaio 2020

LA POLEMICA

“Mafia tour” cancellato a Napoli dopo le proteste

Attualità | 22 Gennaio 2020

LA COMUNITA’

Dai francescani del Frullone, che vivono in un treno dismesso praticando la povertà

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi