fbpx
sabato 15 agosto 2020
Logo Identità Insorgenti

Napoli. La società DeRev fra le cinque principali piattaforme di crowdfunding d’Europa

News | 3 Marzo 2016

A rivelarlo è la classifica stilata dal nuovo rapporto ” FACE Entrepreneurship“, il progetto finanziato dall’Unione Europea con fondi Horizon 2020 e sviluppato da Startup Europe, nel quale convergono la Commissione Europea e i maggiori player dell’innovazione del Vecchio Continente, tra cui Orange, European Investment Bank e Cambridge. L’innovativa startup napoletana, fondata nel 2012 da Roberto Esposito, ha sede a Napoli e Milano e, nel giro di tre anni, ha inanellato una serie incredibile di record, come nel caso della più grande campagna di crowdfunding mai realizzata in Italia, quella lanciata nel marzo 2013 per la ricostruzione della Città della Scienza di Napoli, distrutta da un incendio: l’obiettivo era di raccogliere centomila euro, ma finora è stato largamente superato con una raccolta di 1 milione e 463 mila euro e oltre ventimila adesioni. Riguardo a questo ambito riconoscimento, il fondatore Roberto Esposito ha dichiarato: ” Essere inseriti fra le prime cinque piattaforme di crowdfunding d’Europa è il riconoscimento di un processo in essere e che si sostanzia nel grande interesse che raccogliamo all’estero intorno alle nostre attività. Sarà un’ulteriore spinta all’internazionalizzazione, in questa fase in Europa; un incentivo ad aprirci e a essere presenti su altri mercati, oltre a quello domestico. Le prime tappe saranno la Germania e l’Olanda. Essere sui mercati internazionali cambierà le nostre strategie: i volumi sono maggiori, i comportamenti degli utenti sono diversi e non saremo più generalisti. Ci sono settori nei quali noi italiani siamo più bravi di altri e riusciamo a fare la differenza. Sono quelli del crowdfunding civico, dell’arte, dell’agroalimentare, dei beni e dell’industria culturale; e su quelli punteremo per continuare a crescere”. Ancora una volta arriva fuori dai confini nazionali la certificazione ufficiale delle straordinarie potenzialità dei giovani meridionali, sopratutto se inseriti in contesti con costanti margini di crescita, in cui  stereotipi, raccomandazioni, infamanti luoghi comuni vengono semplicemente asfaltati dall’unica cosa che conta: il merito.

Un articolo di Il Vaporetto pubblicato il 3 Marzo 2016 e modificato l'ultima volta il 3 Marzo 2016

Articoli correlati

Made in Sud | 9 Agosto 2020

CROWDFUNDING

La nuova sfida di #unterroneamilano: una raccolta fondi per “Rotolare verso Sud”

Agroalimentare | 5 Agosto 2020

MADE IN NAPLES

L’Antica Pizzeria da Michele apre in Arabia Saudita

Agroalimentare | 31 Luglio 2020

RICOMINCIO DAL CENTRO

Lombardi a Via Foria rilancia i piatti della tradizione

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi