mercoledì 28 luglio 2021
Logo Identità Insorgenti

Napoli, tre punti per respirare: Parma battuto 2-0 a Fuorigrotta

Napoli-Parma 2-0, la rete del vantaggio azzurro di Elmas
Sport | 31 Gennaio 2021

Il Napoli vince, ma ancora non convince. Contro il Parma, penultimo in classifica, gli Azzurri ottengono tre punti importanti per restare in scia al treno Champions.

A Fuorigrotta, finisce 2-0 per la squadra di Gattuso, grazie alle reti di Elmas e Politano. Una per tempo.

Timore e insicurezze

Nonostante si fosse al cospetto di una delle formazioni più in difficoltà del campionato, il Napoli è apparso comunque impacciato e timoroso di esprimersi.

Come accaduto in Coppa Italia con lo Spezia, Gattuso ha riproposto il 4-3-3 in partenza con Elmas e Zielinski, in mediana, a fungere da braccetto a Demme. Al centro dell’attacco si è rivisto Petagna. Neanche un minuto, stavolta, per Osimhen. Il nigeriano ha osservato i compagni dalla panchina per l’intero arco dell’incontro.

Per ampi tratti del primo tempo, gli Azzurri hanno sofferto le marcature a uomo proposte da D’Aversa. Per scardinare il sistema di gioco emiliano è servita una giocata individuale di Elmas. Il centrocampista nordmacedone, al secondo centro consecutivo dopo la rete allo Spezia di tre giorni fa, si è portato dietro sei avversari prima di entrare nell’area di rigore e freddare Sepe.

Più sofferenza del dovuto

Il vantaggio non ha sciolto le gambe al Napoli.

Col passare dei minuti, complice forse anche la stanchezza per i tanti impegni ravvicinati e la panchina corta delle ultime settimane, la squadra di Gattuso ha gradualmente ceduto campo al Parma. Ospina, di pericoli e veri e propri, non ne ha dovuti fronteggiare. L’apprensione, però, che qualcosa potesse accadere nell’area azzurra c’è stata.

Un Napoli pragmatico

Il Napoli alla fine regge. E la spunta grazie all’apprezzato pragmatismo del suo allenatore.

Gattuso, per dirla alla sua maniera, stavolta ha annusato il pericolo. Per fronteggiare i tentativi del Parma e per evitare di rinculare oltremodo nella propria metà campo, il tecnico azzurro ridisegna la squadra con un inedito 3-4-3.

Con più uomini a presidiare corsie laterali e corridoi interni, il Napoli ritrova la gamba per ripartire. Così, all’82° Politano chiude i conti, mettendo a referto il suo quarto gol da subentrato.

La classifica respira, ma il momento di difficoltà persiste. Vincere è pur sempre un modo efficace per venirne fuori, ma le cure necessarie son ben più profonde e importanti.

Mercoledì sera, nella semifinale d’andata di Coppa Italia contro l’Atalanta, ne sapremo molto di più.

Antonio Guarino 

Un articolo di Antonio Guarino pubblicato il 31 Gennaio 2021 e modificato l'ultima volta il 1 Febbraio 2021

Articoli correlati

Sport | 23 Maggio 2021

Il Napoli è fuori dalla Champions League

Sport | 16 Maggio 2021

Il Napoli vince 2-0 a Firenze, la Champions è sempre più vicina

Sport | 11 Maggio 2021

Troppo Napoli, gli Azzurri fanno 100 e travolgono l’Udinese