domenica 17 novembre 2019
Logo Identità Insorgenti

Con Napoli Retrò per il restauro della storica fontana del Sebeto

News | 30 Novembre 2017

Ci sono temi e progetti che riguardano il nostro territorio verso i quali la redazione de IlVaporetto.com è particolarmente sensibile. Uno di questi è il tentativo di restauro di una delle fontane più importanti, affascinanti e allo stesso tempo degradate di Napoli, parliamo della seicentesca fontana del Sebeto sita in largo Sermoneta, sul lungomare partenopeo.

Napoli Retrò, gruppo Facebook nato con lo scopo di valorizzare i luoghi e le storie della città partenopea, organizza sotto il patrocinio di “ART BONUS Chiamata alle Arti” una raccolta fondi per finanziare il restauro della storica fontana napoletana del Sebeto, oggi posta al Largo Sermoneta, limite occidentale di via Caracciolo. Il costo di restauro della splendida fontana seicentesca è stato valutato dal Comune di Napoli e dalla Soprintendenza in 90.000 €.

La fontana Fonseca:

Meglio conosciuta come fontana del Sebeto dalla statua, fulcro della composizione, che rappresenta il mitico fiume – fu commissionata negli anni Trenta del XVII secolo dal viceré Emanuele Zunica y Fonseca conte di Monterey, che la fece collocare lungo la discesa del Gigante, all’incrocio tra le attuali via Cesario Console e via Santa Lucia. Il progetto è tradizionalmente attribuito a Carlo Fanzago, figlio del più celebre Cosimo, anche se le ultime acquisizioni documentarie lo riferiscono invece proprio a Cosimo, riducendo il giovane Carlo a mero esecutore materiale dell’opera.

La fontana si presenta allo stato in un notevole stato di abbandono:

L’impianto idrico non è in funzione; l’impianto di illuminazione esterno, realizzato con proiettori inseriti in apposite nicchie realizzate nella pavimentazione antistante il monumento stesso, è stato fortemente vandalizzato; recentemente si è verificato il distacco di una lastra di marmo di rivestimento della parte posteriore di uno dei due obelischi laterali e pertanto l’intera area circostante è stata interdetta all’accesso e al passaggio. La parte monumentale della fontana presenta diversi punti di sconnessione dei rivestimenti, con diffusa formazione di vegetazioni infestanti, forti presenze di depositi superficiali, escrementi e incrostazioni che in molti punti hanno intaccato la finitura dei marmi di rivestimento, graffiti con evidente penetrazione del colore sia sulla parte basamentale in piperno che sui rivestimenti in marmo, lesioni alle statue presenti con parziale mancanza di parti scultoree.

Per effettuare una donazione:

e verificare il bilancio della raccolta aggiornata, clicca qui: http://artbonus.gov.it/fontana-del-sebeto.html

Il versamento, può essere effettuata mediante un bonifico bancario utilizzando i seguenti dati:
Beneficiario: Comune di Napoli – Tesoreria comunale
IBAN: IT94S0101003593100000460026. Per i bonifici internazionali indicare il BIC: IBSPITNA
Causale: “Art Bonus Erog. Lib. Com. Na. Fontana del Sebeto Napoli Retrò”
Per informazioni riguardo ART BONUS si può andare sul sito:
http://artbonus.gov.it/fontana-del-sebeto.htmlhttps://media.giphy.com/media/l3nWayyK0ixLw1EBi/giphy.gif

 

Un articolo di Antonio Corradini pubblicato il 30 Novembre 2017 e modificato l'ultima volta il 30 Novembre 2017

Articoli correlati

L'oro di Napoli | 17 Ottobre 2019

L’ORO DI NAPOLI

Ulisse attraversa il Golfo di Napoli

Sport | 14 Ottobre 2019

PALLACANESTRO

Inizia con un passo falso il campionato della Gevi Napoli Basket in A2

Eventi | 13 Ottobre 2019

IL CULTO DEL CAFFÉ

Al Riff Loungebar “Cafè Experience”: tra contest fotografico e documentario

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi