lunedì 16 dicembre 2019
Logo Identità Insorgenti

Napoli. Siglato protocollo d’intesa tra Comune, Cdp e Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno Centrale

News | 14 Marzo 2019

Nella giornata di ieri, a Palazzo San Giacomo, è stato firmato un protocollo d’intesa tra Comune, Cassa Depositi e Prestiti e Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno Centrale che potrebbe prospettare nuove sinergie nell’ambito del futuro sviluppo cittadino.

L’accordo, firmato da Luigi De Magistris, Pietro Spirito e Roberto Palermo, mette in gioco diversi provvedimenti cruciali: il potenziale recupero di liquidità finanziaria per l’amministrazione comunale partenopea (dal valore di circa 200 milioni di euro), rinegoziazione dei prestiti, sostegno alle imprese, rifunzionalizzazione di importanti strutture come l’ex Albergo Dei Poveri, l’ex Manifattura dei Tabacchi, le terme di Agnano e, non ultimo per importanza, l’istituzione del Museo del Mare e di un polo universitario nei locali dei Magazzini Generali all’interno del porto.

Un deciso piano di rafforzamento della presenza, su suolo napoletano, di Cassa Depositi e Prestiti, nonchè delle società partecipate (Fincantieri, Italgas, Snam, Terna) il quale parte proprio dalla stipula del protocollo, come chiarisce, sulle pagine del giornale “Il Mattino”, l’amministratore delegato Roberto Palermo: “Un investimento di Cdp su una città che non è solo importante per l’Italia, ma per tutto il Mediterraneo. Per quanto riguarda l’apertura di una nuova sede in città, stiamo valutando diverse opzioni perchè deve essere subito praticabile per stare vicini alle imprese e alle Istituzioni.

Sull’anticipazione dei 200 milioni, stiamo per chiudere le pratiche e siamo fiduciosi: l’obiettivo è supportare gli enti locali e il Comune ha colto subito l’opportunità, visto che stiamo firmando anche questo protocollo.

Cdp è impegnata con un progetto di 60 milioni sulla Ex Manifattura Tabacchi. Per gli altri immobili, a iniziare dall’Albergo dei Poveri che vale 122 milioni, stiamo valutando le pratiche, cercheremo soluzioni di valorizzazioni”.

Soddisfatto il sindaco Luigi De Magistris, il quale ha dichiarato: “E’ un atto, quello che abbiamo firmato, pieno di concretezza e di visione strategica. Dà contezza di quanto Napoli sia proiettata in una prospettiva di sviluppo”.

Un articolo di Antonio Barnabà pubblicato il 14 Marzo 2019 e modificato l'ultima volta il 14 Marzo 2019

Articoli correlati

L'oro di Napoli | 16 Dicembre 2019

L’ORO DI NAPOLI

16 dicembre 1631: San Gennaro ferma la lava

News | 30 Settembre 2019

LA POLEMICA

A Torino foto dei suoi studi in mostra. Il comitato no Lombroso: “Scatti razzisti”

NapoliCapitale | 15 Luglio 2019

L’EREDITA’ DELL’UNIVERSIADE

Napoli vince la sfida: ora si preservino i 70 impianti ristrutturati

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi