sabato 17 aprile 2021
Logo Identità Insorgenti

Napoli Sotterranea appartiene al Demanio: il Comune non può sfrattare Albertini

Beni Culturali | 25 Marzo 2021

Sembra una soap opera ma sfortunatamente non lo è, il TAR Campania sentenzia che Vincenzo Albertini e la sua associazione non saranno sfrattati dai locali dove “Napoli Sotterranea” da lui fondata è ubicata.

Il Comune e lo sfratto che non si poteva fare

Lo sfratto era stato comunicato da Palazzo San Giacomo che credeva di avere diritto a richiederlo, ma con la sentenza del Tar si scopre che quegli spazi non appartengono al Comune di Napoli bensì  all’Agenzia del Demanio.

Un pasticcio made in Naples

È vero che nel 2015 l’Agenzia trasferì a titolo gratuito gli spazi suddetti al Comune ma è anche vero che nel 2012 i locali furono dichiarati di interesse storico e quindi appartenenti al Demanio culturale secondo il DL 22 gennaio 2004,n. 42 , e sottoposti a obblighi particolari.

Un accordo per la tutela e la riqualificazione mai stipulato

Il Comune e l’Agenzia, nel trasferimento, avrebbero dunque dovuto stipulare un accordo tra loro e con il Ministero della Cultura  “per la riqualificazione, la salvaguardia e la tutela del bene”. Questo accordo non è stato mai siglato, ciò vuol dire che Napoli Sotterranea appartiene ancora al Demanio e che quindi il Comune non aveva alcun diritto di invitare Albertini a sloggiare.

Alla sospensione della revoca della concessione ad Albertini, Alessandra Clemente si era detta fiduciosa che i giudici, quando si sarebbe entrati nel merito, avrebbero dato ragione al Comune.

Albertini non viene sfrattato

Probabilmente Palazzo San Giacomo tenterà il ricorso al Consiglio di Stato contro la sentenza del Tar Campania ma per ora (e chissà per quanto) Vincenzo Albertini e la sua associazione resteranno ancorati alla “Napoli Sotterranea” di piazza San Gaetano.

Susy Martire

 

Un articolo di Susy Martire pubblicato il 25 Marzo 2021 e modificato l'ultima volta il 25 Marzo 2021

Articoli correlati

Beni Culturali | 13 Aprile 2021

Palazzo Fuga, lettera al Sindaco: “Perduti otto anni. Volevamo farne il museo più grande del mondo”

Beni Culturali | 8 Aprile 2021

Primo giorno ufficiale da Direttore di Pompei per Gabriel Zuchtrieghel

Beni Culturali | 31 Marzo 2021

Gladiatori. Inaugurata in modalità virtuale la grande mostra al MANN