martedì 16 luglio 2019
Logo Identità Insorgenti

Napoli. Un’altra grandissima serata, lunedì 16 febbraio per la quinta data del PAZO Contest by BECK’S 2015 al Goodfellas Napoli. Piovono i ringraziamenti

7arti, News | 20 Febbraio 2015

in rosso con fotografaGrandissima serata lunedì 16 febbraio per la quinta data del PAZO Contest by BECK’S 2015 al Goodfellas Napoli. Un’aria frizzante, da competizione vivace, determinata ma non feroce, quella che si respira nelle serate di una manifestazione, napoletana verace, che ha avuto la capacità di acquisire band un po’ da tutta Italia. Una manifestazione dedicata anche alle band che non hanno la fortuna (o la voglia), di bazzicare per i “palazzi musicali del potere”, da dove, per intenderci, partono i giovani per Sanremo. Laddove, purtroppo, non trovano spazio (ma, anche, non sempre vogliono trovarlo), gli amanti della musica orgogliosi di loro stessi, che desiderano percorrere strade piene di note musicali squillanti, anche se meno piene delle note (non sempre intonate), della gloria. Conferma Saverio Senzio, il giornalista che segue le serate: “C’è senza sosta una bella aria al Pazo Contest… Bella musica, bella gente e atmosfera straordinaria. Grazie sempre e infinitamente a chi non smetterà mai di credere s quella grande magia che è la Musica!”
Complimenti dunque a tutte e tre le band che hanno suonato dando vita ad una serata fantastica. Passano il turno i “THE TRICK” e i “GENERAL BROTHERS“, mentre si ferma la corsa dei “MILLANTASTORIE” ma, suggerisce Andrea Pasqualini, il chitarrista che assieme a Nicola Papa, DJ, organizza il Pazo: “Come ricordiamo sempre,anche per loro nulla è perduto dato che nella seconda fase ci sarà un ripescaggio tra tutte le band eliminate in questa prima fase”. Tutto procede, grazie in modo particolare alle numerosissime persone presenti, che, insieme alle band, sono la linfa del Pazo Contest, laddove si respira sempre una bella aria e si ascolta bella musica, tra bella gente e in una atmosfera straordinaria.
Suggerisce Pasqualini: “Grazie sempre e infinitamente a chi non smetterà mai di credere a quella grande magia che è la Musica!” Divertenti (e istruttive per il modo con cui occorre accettare anche le momentanee sconfitte), le foto che si sono fatte scattare i Millantastorie, che sono stati momentaneamente esclusi, “prima e dopo la proclamazione dei vincitori della serata”; gli stessi hanno ringraziato –“Gli amici del Pazo Contestper la splendida serata trascorsa.” Invitandoli a proseguire con un “forza così ragazzi!” a cui prontamente dalla pagina face bookdel Pazo si risponde: Grandi ragazzi, complimenti a voi! Seguite la manifestazione perché fra due settimane sarà annunciata la band ripescata! in bocca al lupo per tutto!” Anche i The-Trick Page hanno scritto qualcosa: “Ringraziamo l’organizzazione del Pazo Contest, per la stupenda serata e per l’occasione concessaci…alla prossima!”. Con a pronta risposta del Pazo ContestGrazie a voi ragazzi, ci risentiamo nelle prossime due settimane per il calendario della seconda fase! 😉. Insomma: tutti ringraziano tutti in piena allegria. Asserisce Pasqualini: Non c’è cosa più bella e gratificante per chi fa questo lavoro e ci mette il cuore, del vedere la soddisfazione di chi ha deciso di condividere questa esperienza con tante altre band e che lo fa con il giusto spirito.
Gli attestati di stima che continuano ad arrivarci ci riempiono il petto d’orgoglio e sono per noi solo un segno del fatto che possiamo credere in qualcosa di sempre più grande.
Al PAZO sono quasi due anni ormai che quella che si respira è ARIA DI MUSICA vera e propria, senza essere viziata dallo spirito competitivo che si addice ad una manifestazione del genere. Questo per noi è FONDAMENTALE, perché quello che resta più importante per lo spirito di ciò che portiamo avanti è che la musica deve restare uno strumento DIVULGATIVO e basta.
Sognavamo una manifestazione che potesse rappresentare, per chi vi suonasse, prima di tutto un’occasione per poter divulgare la propria musica e basta, al di là dei verdetti. Con questo ideale nasce il PAZO Contest. E questo per noi è importantissimo.
Questo messaggio sembra davvero che sia stato recepito, piano piano, nel tempo da tutte le band che ci passano e da tutti ma proprio tutti gli addetti ai lavori: il Goodfellas Napoli (e tutto lo staff) e il Goodfellas Bacoli (e tutto lo staff), Sempre fortissimi Bob Gallino e Salvo ParrellaMassimo ArenaInColore Communication, l’Ufficio stampa dell’Accademia dei Parmenidei”, Valentina D’Aiuto per le foto, Giusiana Fusco per la costante supervisione, grazie  al mitico Saverio Senzio di WEBRADIONETWORK, al “vaporetto.com“, e grazie ai giudici che nella serata del 16 erano: Fabrizio Fedele,Silvio Speranza e Andrea Palazzo!-
Grazie di cuore a tutti voi, il PAZO augura una buona musica e buona vita a tutti!”- Lo spirito del “Gruppo Pazo” è nella volontà di continuare a essere sostenuti. La quinta serata del PAZO CONTEST 2015 by BECK’S si terrà Martedì 24 febbraio, dalle ore 21, presso il Goodfellas di Bacoli con i “Kitsch 2.0 , gli Eterea  e  I treni non portano qui.

Un articolo di Il Vaporetto pubblicato il 20 Febbraio 2015 e modificato l'ultima volta il 20 Febbraio 2015

Articoli correlati

7arti | 12 Giugno 2019

L’INTERVISTA

Mario Talarico, storico ombrellaio: “Sogno una scuola di artigiani per non perdere le antiche tradizioni”

7arti | 7 Giugno 2019

A MONTE SANT’ANGELO

Il murale di Darwin inaugura il compleanno della Federico II

7arti | 6 Giugno 2019

POETI MODERNI

Intervista con Sotirios Pastakas: la poesia come ponte tra culture

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi