fbpx
venerdì 28 febbraio 2020
Logo Identità Insorgenti

NARRAZIONI TOSSICHE

Sanità, quei tg che parlano di emergenza a Napoli (ignorando le vere emergenze)

Media e new media | 5 Gennaio 2020

L’altra sera su la7 Enrico Mentana ha aperto doverosamente il suo tg con le notizie estere, ha poi proseguito con un titolo che sparava sulla nostra città, sezione cronaca: “Napoli, è emergenza negli ospedali, tre aggressioni in tre giorni.”
Ma non solo Mentana:  l’allarme mediatico è unanime.
Da Napoli Today al Mattino, passando per le paginette dove l’articolo determinativo è l’unica cosa corretta in una frase, e non sono nemmeno sicura che chi scrive sappia cosa sia un articolo determinativo, la musica è la stessa.

Ora non intendo difendere Napoli per partito preso, pur essendo notoriamente innamorata della mia città che difenderò sempre e comunque. Ed è anche certo che le aggressioni ci sono state: ho potuto assistere più volte io stessa a reazioni oscene fuori e dentro gli ospedali, perché sono luoghi dove il cervello salta in tanti casi e quando l’ignoranza regna sovrana non si comprende cosa si sta facendo.

E però l’ignoranza è diffusa un pò ovunque.

Ed è lecito chiedersi, da cittadini e da persone pensanti quali siamo, perché è solo Napoli ad essere considerata un’emergenza, e perché si ritiene di dover sparare, in un tg serale di una emittente nazionale, su una sola città italiana, quando l’emergenza riguarda nord e sud del paese e solo io, che giornalista non sono, in tre secondi di tempo perso, ho potuto raccogliere almeno quattro casi in tre città del nord Italia dove, per l’appunto, si parla di emergenza e di dati parecchio allarmanti.

Brescia, Milano (1142 casi in 6 mesi del 2019, non propriamente pochi) e Bergamo.

Ne potete trovare anche più a sud di Napoli o più a nord di Milano. Ci sono casi del genere OVUNQUE in Italia. Ovunque.

Qualcuno spieghi ai napoletani perché debbano essere sempre sbattuti in prima pagina come mostri.

Ylenia Petrillo

 

Un articolo di Identità Insorgenti pubblicato il 5 Gennaio 2020 e modificato l'ultima volta il 5 Gennaio 2020

Articoli correlati

Media e new media | 27 Febbraio 2020

CORONAVIRUS

L’ordine dei giornalisti della Lombardia: “Verificate le fonti e niente sensazionalismo”

Media e new media | 16 Novembre 2019

LO SPOT

Torna The Crown: polemica per la scelta di re Cetriolo come testimonial della serie Netflix

Media e new media | 22 Maggio 2019

NESSUNA SOLUZIONE

La chiusura di Radio Radicale: una perdita grave per tutti

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi