mercoledì 21 novembre 2018
Logo Identità Insorgenti

NATALE PARTENOPEO

Al via gli eventi 2018 con la seconda edizione della Processione dei Frati Morti

Abruzzo, Cultura, Identità | 7 novembre 2018

 

Con la seconda edizione de  “La processione dei frati morti” inizia il Natale di Napoli. La manifestazione nasce da un partenariato tra le Associazioni napoletane ed abruzzesi: “I Sedili di Napoli” e “Fontevecchia” di Spoltore, in Provincia di Pescara , interessante progetto di recupero delle memorie storiche e culturali abruzzesi, ma non solo, legate al “Culto dei Morti” ed alle antiche leggende natalizie che intorno a questo tema sono ancora vive nella memoria degli anziani ma che trova un riscontro anche nel Presepio Popolare napoletano.

La seconda edizione della Processione dei frati morti si svolgerà come anche l’anno scorso nel cuore del centro storico di Napoli,  sabato 10 novembre dalle ore 10:30.

La “Processione dei Frati Morti e delle Anime Perse”è un corteo di figuranti in abiti tradizionali popolari ottocenteschi con gli ospiti abruzzesi le “Zampogne d’Abruzzo” “Camminando Insieme”  e “Beato Marco d’Aviano“ nonché gruppi di Musica Classica Napoletana, di Danza e di Revocazione Storica partenopei “Primo Reggimento Re” (che “scorterà” il corteo nelle splendite divise dell’Esercito Borbonico), “Mastro Masiello Mandolino” e “Passi&Note”.

La “processione”, con il  Patrocinio Morale ed il prezioso supporto logistico della Municipalità 4, presieduta da Giampiero Perrella,non ha valenza liturgica perché consistente nella attualizzazione, per la seconda volta nella Città di Napoli, della devozione popolare per il Culto dei Morti; una risposta culturale ed “identitaria” al fenomeno commerciale ma con tratti di  “esoterismo” di Halloween che da qualche anno ha preso piede anche nel nostro Paese ma che è del tutto  estraneo alla nostra Cultura.

Il culto dei morti al Sud

La “processione” fa riferimento ad una delle tante leggende popolari legate al Natale e che vede protagonisti le figure dei frati  incappucciati che nella Notte dei Morti, si manifestano al mondo dei Vivi per recitare preghiere a suo tempo negate. Il simbolismo è quello del “passaggio” tra i due mondi e della Speranza di Salvezza ed infatti, in molti presepi popolari napoletani, le figure  dei “frati morti” sono raffigurate nell’atto di attraversare un ponte.

Il percorso del corteo

Durante il corteo che percorrerà, partendo dall’Ex Ospedale della Pace in Via Tribunali, Vico delle Zite (dopo una sosta con danze  ottocentesche in Piazzetta Cardinale Sisto Riario Sforza), Via Vicaria Vecchia, Via San Biagio dei Librai, Piazza San Domenico Maggiore, Vico San Domenico, Piazza L. Miraglia, ViaNilo, Via San Biagio dei Librai, Via San Gregorio Armeno, con termine  in Piazza San Gaetano, sono previste diverse soste durante le quali saranno fornite tutte le notizie ai turisti ed ai napoletani presenti e saranno distribuite le noci, altro elemento simbolico che sarà “svelato” in queste occasioni, grazie ai contributi di  Luciano Troiano, presidente dell’Associazione Fontevecchia e Marco Forconi.

La visita guidata e le terresante napoletane

La “processione” si concluderà, intorno alle 12:30, nella antica Arciconfraternita del SS. Crocifisso detta “La Sciabica” dove il Superiore della stessa,  Luciano Iovinella, illustrerà ai partecipanti, tra i quali anche il Sindaco di Spoltore,  Luciano Di Lorito, la storia della Confraternita e dell’antica cura dei Morti nelle Terresante napoletane.

Contemporaneamente, dalle ore 10:30 e fino  alle 12:00 con appuntamento a Via Tribunali, altezza Portici Angioini, chi vuole approfondire il tema delle “Anime Pezzentelle” potrà partecipare alla visita guidata da  Enzo Di Paoli che in collaborazione con “ilVaporetto.com” “svelerà”, attraverso Via Atri, Via Pisanelli e Via San Paolo fino a Piazza San Gaetano, il significato delle numerose grotte devozionali con le figure delle “Anime Pezzentelle”. A Largo Regina Coeli, breve sosta per una degustazione del classico dolce “torrone dei Morti” offerta dalla storica Pasticceria Angelo Carbone.

“Identità Insorgenti” è anche quest’anno media partner dell’evento e offrirà una diretta live sabato mattina dal centro storico.

La foto è di Ferdinando Kaiser.

Identità Insorgenti

Identità Insorgenti è un giornale on line che rappresenta un collettivo di scrittori, giornalisti, professionisti, artisti uniti dalla volontà di una contronarrazione del Mezzogiorno.

Articoli correlati

Abruzzo | 5 giugno 2018

SALMONELLA A PESCARA

Centinaia di bimbi intossicati per la mensa comunale, ma l’amministrazione si autoassolve

Abruzzo | 4 giugno 2018

PESCARA

Epidemia di salmonella nelle scuole: oltre ottanta bimbi ricoverati. Infezione contratta nelle mense scolastiche comunali

Abruzzo | 17 aprile 2018

IN ABRUZZO

Acqua rossastra che finisce in mare nella riviera sud di Pescara. Cittadini in allarme, interviene la guardia costiera per fare campionamenti