fbpx
venerdì 27 novembre 2020
Logo Identità Insorgenti

NEAPOLITAN REPUBLIC

Il “panaro solidale” ispira la nuova opera dello street artist napoletano Iabo

Arte | 13 Novembre 2020

Tra le vie di Napoli, durante il duro periodo di quarantena, si vide spuntare un “panaro”, calato dal balcone di una delle famiglie della città: “chi può metta, chi non può prenda”. Un gesto di solidarietà, un sentimento di condivisione e di cura, tutto napoletano, che ha fatto il giro del mondo e ha segnato simbolicamente la vita e l’immaginario di tutti noi.

Da questo gesto nasce “Chi può metta, chi non può prenda (Panaro Uber Eats Naples)” dello Street artist  napoletano Iabo. Un’opera, della serie “Cardboard series”, pensata e realizzata per Neapolitan Republic, il progetto che vuole raccontare Napoli attraverso artisti napoletani e non.

Icone popolari di tempi e contesti diversi messi insieme per riflettere sul momento che stiamo vivendo e su quanto la città di Napoli possa ancora conservare e diffondere l’idea di umanità e vicinanza che questo tempo ci sta togliendo.

“L’opera dedicata al “panaro” nasce proprio dal voler riprendere quel gesto, tutto napoletano, di solidarietà nato da una famiglia napoletana che durante la quarantena, abbassò il paniere con la scritta “chi può metta, chi non può prenda” -ci racconta Iabo – Tutta la serie gioca sulle tematiche popolari, riconosciute, condivise. Lavorare su icone popolari mettendole a confronto con altrettante icone  ma con dei significati diversi. Al panaro ho associato il logo di Uber. Due immagini che hanno la stessa funzione sostanzialmente ma che rappresentano due mondi diversi. La mia chiave di lettura è ironica, provocatoria. Vorrei dar vita ad una riflessione sui tempi che stiamo vivendo e sugli strumenti che che li caratterizzano”

L’arte che fa riflettere, l’arte che serve a non dimenticare, l’arte che ci ricorda la necessità di essere umani, solidali.

“Sono davvero tempi duri questi – sostiene Iabo – Nessuno di noi si dimenticherà quello che stiamo vivendo ora. Nessuno fino ad oggi aveva mai vissuto una dimensione del genere dal punto di vista economico, sociale, sanitario. Per questo ho sentito ancora più forte la necessità di riprendere il mio stile “street” nelle ultime opere. Ritornare alle origini, alla strada.”

Ed infatti la nuova serie su cui l’artista sta lavorando nell’ultimo periodo e di cui fa parte “O Panaro” si chiama “Cardboard series”che significa “cartoni usati”.

“In realtà la necessità di utilizzare questo tipo di supporto nasce da molto lontano – ci dice Iabo –  Il mio lavoro per anni si è concentrato sulla “pulizia grafica” del dipinto. Ma negli ultimi tempi ho sentito la necessità di riportare quel sapore “urban” di strada, quindi quello “sporco su tela” effetto bomboletta, una scia di spray. Per ritornare proprio a quel sapore street urban che oggi sento fortemente. Da qui nasce questa nuova serie . L’utilizzo del cartone nasce dall’idea di riutilizzo dei materiali, e tutte queste nuove opere vanno a lavorare su un immaginario visivo di brand e icone che possano far riflettere con il loro significato simbolico.”

Il “Panaro” è stato lanciato da Neapolitan Republic, e con il progetto di Dante Faletto, Iabo ha tanto in comune. Una condivisione di intenti che ha l’obiettivo di utilizzare l’arte per raccontare una Napoli diversa dai soliti clichè.

“Con Neapolitan Republic è stato un incontro fatale per affinità di tematiche, estetiche e culturali, sul nostro terriotrio -conclude Iabo –  Mi aspetto molto da questo progetto perchè può rinnovare i clichè e i canoni classici napoletani in chiave contemporanea. Utilizzando l’arte e la bellezza”

Dall’arte e dalla bellezza ci aspettiamo tanto anche noi. Per questo continuiamo a raccontarvi di nuove visioni e nuovi racconti che continuano a dare speranza alla nostra città.

 

Valentina Castellano 

 

Un articolo di Valentina Castellano pubblicato il 13 Novembre 2020 e modificato l'ultima volta il 13 Novembre 2020

Articoli correlati

Identità | 27 Novembre 2020

AMA ‘A ZON-A TOJA

Artigiani, librerie, negozi di specialità: comprare on line ma al Sud

Identità | 25 Novembre 2020

MALEDETTO 2020

Maradona l’etoile del calcio

Sport | 25 Novembre 2020

CRESCIUTA A PANE E MARADONA

Non pensavo potesse accadere: invece è morto D10S

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi