fbpx
domenica 12 luglio 2020
Logo Identità Insorgenti

NO ALLA PESSIMA TV

Bacoli, il sindaco contro le narrazioni tossiche: parlo solo della rete solidale della città

Attualità | 7 Aprile 2020

“Un modello di solidarietà”: è con queste parole che, nel corso dell’edizione del 5 aprile, la città di Bacoli è stata presentata al Tg3 Nazionale. Già da diversi giorni si è venuta a creare una rete di solidarietà, gestita attraverso il comune. Attraverso i volontari, si raccolgono alimenti, generi di prima necessità, pasti caldi, mascherine.

Oltre cinquecento i pacchi che vengono portati ogni giorno alle famiglie. In attesa dei fondi del governo, inoltre, il comune ha attivato un Iban sul quale i cittadini possono inviare delle donazioni per far fronte all’emergenza. In pochi giorni Bacoli, una città di non più di 27 mila abitanti, ha raccolto oltre 80 mila euro. Le mascherine, cucite gratis da sarte e casalinghe, vengono portate in ogni strada, in ogni famiglia. I ristoranti, chiusi al pubblico, aprono a turno per preparare dei pasti caldi da consegnare alle famiglie che hanno più necessità.

La solidarietà sta toccando tutti: ogni giorno, sulla pagina Facebook del sindaco Josi Della Ragione, si può leggere una storia che scalda il cuore. Dalla lettera dell’anziana signora che ferma i vigili per ringraziarli con una lettera, al gesto d’amore di un ragazzo straniero che vuole aiutare quelli che lui definisce i suoi fratelli bacolesi.

Nei giorni scorsi, scrive infatti Josi, un ragazzo di colore, che lavora qui a Bacoli, ci chiese come era possibile avere una spesa per i più bisognosi. Poco dopo, gli facemmo recapitare a casa un pacco con generi alimentari. Sappiate che ha ringraziato, rifiutando. E scusandosi, perché non si era espresso bene. Lui non voleva un aiuto. Ma voleva aiutare “i suoi fratelli bacolesi in difficoltà”. Ha detto: “Non ho tanto, ma voglio condividerlo con chi soffre”. Ci ha consegnato questa offerta. Olio, caffè, zucchero. Non ci sono parole. Non aggiungo altro. Chiedo solo a tutti noi, quando terminerà questo incubo, e torneremo ad essere un po’ più cattivi, di non dimenticare simili gesti. Siamo un unico popolo, un’unica razza. Quella umana. E non c’è nulla di più bello della solidarietà. Andiamo a vincere.

Narrazioni tossiche dure a morire

A questa bella storia di solidarietà, se ne aggiunge però un’altra. Ieri sera, infatti, il sindaco Della Ragione ha fatto sapere di aver ricevuto, da parte di un noto programma di Canale 5, la richiesta di un’intervista in diretta in cui raccontare come Bacoli stesse vivendo l’emergenza. Quello che interessava al programma, però, non era né la rete di solidarietà che è stata messa in campo, né i provvedimenti assunti in difesa della salute pubblica. Il focus a cui il programma Mediaset era interessato era infatti dedicato ad alcune persone che sono state denunciate e multate dal Comune per aver passeggiato in spiaggia, per portare avanti la solita narrazione tossica del Sud che non rispetta le regole.

Josi, però, non ci è stato, e ha rifiutato l’invito. “Perché“, ha raccontato, “bisogna smetterla di far passare l’idea che Napoli, la Campania ed il Sud siano l’immagine della Pignasecca piena di gente. Basta. Mi sono reso disponibile ad intervenire quando si parlerà del grande cuore di Bacoli; del sacrificio che stanno facendo migliaia di famiglie bacolesi: che rispettano le regole con spiccato senso del dovere. Mi sono reso disponibile ad intervenire quando si parlerà della crisi economica che stanno vivendo gli operai del settore edile, i camerieri, i pizzaioli, i commercianti. Di tutti quei lavoratori che non riescono più a mettere il piatto a tavola. Insieme stiamo scrivendo la storia. Insieme, questa guerra la vinciamo.

Un articolo di Marica Mazzella pubblicato il 7 Aprile 2020 e modificato l'ultima volta il 7 Aprile 2020

Articoli correlati

Attualità | 12 Luglio 2020

CAMPI FLEGREI

Fumarole artificiali di Pozzuoli: origine e scopo del progetto finanziato dalla Campania

Attualità | 11 Luglio 2020

LO SCEMPIO

Demolito un villaggio del ‘700 a Giugliano, al suo posto sorgeranno villette di lusso

Attualità | 6 Luglio 2020

PORTO DI NAPOLI

Il cantiere della nuova stazione marittima del Beverello tra caos e riqualifica urbana

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi