mercoledì 21 agosto 2019
Logo Identità Insorgenti

NOEMI

La bimba respira da sola. In migliaia in veglia al Santobono. In manette “l’uomo nero” e il suo complice

Attualità | 10 Maggio 2019

Alcune centinaia di persone ieri sera hanno partecipato  ad una veglia di preghiera all’esterno dell’ospedale pediatrico Santobono dove è ricoverata la piccola Noemi rimasta gravemente ferita nella sparatoria avvenuta venerdì scorso in Piazza Nazionale a Napoli.  Tanta gente, tanta solidarietà. E ieri alle 22.15 il bollettino medico ha diffuso la buona notizia: la bambina ormai respira da sola. Anche se la prognosi permane riservata.

Stamattina la conferma, nel nuovo bollettino: Noemi “è stata portata ad uno stato di sedazione non profonda e attualmente evidenzia una valida respirazione spontanea, supportata da ossigeno ad alti flussi, senza necessità di ventilazione meccanica”. Notizie dunque incoraggianti. “Nella giornata di ieri la bambina è stata sottoposta a broncoscopia sia a destra che a sinistra, così da permettere di liberare i bronchi da muchi e coaguli. La prognosi permane riservata. Il prossimo bollettino sarà diramato domattina.

E stamattina è arrivata la notizia che sette giorni dopo il ferimento di Salvatore Nurcaro e della piccola Noemi, sono stati arrestati i due sicari che hanno aperto il fuoco in piazza Nazionale. Il cerchio s’è chiuso questa notte: i carabinieri hanno effettuato l’arresto del criminale Armando Del Re e di suo fratello Antonio (entrambi dei Quartieri Spagnoli) – arrestati uno a Siena e l’altro a Nola – anche se pare che il movente non sia legato a reati camorristici, nonostante le parole del procuratore Melillo.

“Siamo in pieno contesto camorristico”, ha sottolineato infatti il procuratore. Ma poi ha detto che le indagini sono ancora in corso e non poteva dire di più. Si è saputo solo che la vittima designata, Salvatore Nurcaro, era stata a lungo seguita e pedinata. E che fondamentali nelle indagini sono stati gli accertamenti tecno-scientifici sui filmati della videosorveglianza e le intercettazioni telefoniche successive.

 

Un articolo di Identità Insorgenti pubblicato il 10 Maggio 2019 e modificato l'ultima volta il 10 Maggio 2019

Articoli correlati

Attualità | 21 Agosto 2019

IL FOCUS

C’era una volta il Vasto

Attualità | 20 Agosto 2019

BUONI ESEMPI

Rosario, 14 anni, che pulisce le strade tra Arenaccia, Vasto e Poggioreale

Attualità | 13 Agosto 2019

L’ADDIO

L’ultimo desiderio di Nadia Toffa: don Patriciello celebrerà i suoi funerali a Brescia

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi