fbpx
giovedì 13 agosto 2020
Logo Identità Insorgenti

NOTTE IN BIANCO

Anche de Magistris scarica su Chirico: “Siamo arrabbiati”

Attualità | 15 Dicembre 2019

Scaricabarile del sindaco di Napoli Luigi de Magistris, sempre sul povero presidente della II Francesco Chirico, dopo che ieri sera i vigili hanno fermato la notte bianca d’arte per un permesso mancante, alla presenza dello stesso de Magistris (che però non si è avvicinato al palco del disastro) e dell’assessore alla cultura de Majo: entrambi hanno tenuto a non assumersi alcuna responsabilità, nonostante fossero pronti a prendersi ogni merito (come da conferenza stampa di qualche giorno fa con protagonista lo stesso assessore a presentare la serata e video successivo diffuso dalla web tv del comune.

Ecco cosa dice il sindaco:  “L’annullamento degli spettacoli sui tre palchi nella notte d’arte rappresenta un grave danno alla città ed alla sua immagine. Il programma era molto bello e per un aspetto formale l’arte è stata repressa all’ultimo minuto, guarda caso, in zona cesarini. Chi doveva organizzare l’evento, un soggetto privato, non ha avuto la capacità di mettere a posto tutte le carte. Senz’altro grave. Nel nostro Paese le carte a posto è una delle arti più ricercate. La seconda municipalità, guidata dal bravo presidente Chirico, ha ammesso, con onestà intellettuale, di non aver controllato adeguatamente che tutto fosse a posto, sul piano formale. Sommessamente ritengo , da sindaco oggi arrabbiato, che con buon senso ed una interpretazione giuridica diversa si poteva dare seguito agli spettacoli. Si poteva e si doveva evitare una figuraccia alla città. Ma l’amore per Napoli non è per tutti così potente da lanciare il cuore oltre l’ostacolo. Nei prossimi giorni capiremo perché tante cose strane accadono di questi tempi in città. Guasti improvvisi e seriali, controlli maniacali ed assenze di controlli dove i controlli sarebbero necessari, e mi fermo qui perché il Natale si avvicina e dobbiamo essere anche noi misericordiosi. Mi diranno la forma, il caso, lo zelo, le norme, le elezioni che si avvicinano…..So solo che ieri la città è stata privata di forti emozioni. Ci sentiamo feriti. Farò di tutto perché questa vergogna umana non accada più” dice il sindaco.

Chirico in realtà aveva scritto: “I concerti della Notte d’arte sono stati ahinoi sospesi.
Alla base, da un lato l’incompleta documentazione dell’Associazione di Promozione Sociale coorganizzatore dell’evento con la Municipalità, dall’altro il mancato supporto degli uffici preposti (quali? sotto chi ricadono, a saperlo…). Tuttavia la Notte d’arte dal primo momento ha deciso di non voler essere una festa di piazza, ma un evento capace di lanciare un messaggio culturale e sociale, quindi a conti fatti il pozzo in Etiopia si farà lo stesso, le cartoline ai potenti del mondo per abbattere i muri che opprimono i popoli saranno spedite, le iniziative dell’unione italiana ciechi si sono svolte, le bande e le paranze musicali dei tanti ragazzi del quartiere si sono esibite, i Musei e le scuole sono stati aperti, le visite guidate, i film, il teatro e le letture sono andate avanti regolarmente.
Sono rammaricato per i tanti artisti che gratuitamente hanno deciso di essere con noi e li ringrazio dal profondo del cuore per il loro prezioso contributo, per gli abbracci, e per aver scelto di restare e fare qualche pezzo come se fossimo nel loro salotto di casa, senza microfoni, senza casse, in mezzo alla gente, decidendo così di essere inclusivi”.

L’unico grazie è quello del capro espiatorio degli altri, ma tant’è. This is Naples now.

Un articolo di Identità Insorgenti pubblicato il 15 Dicembre 2019 e modificato l'ultima volta il 15 Dicembre 2019

Articoli correlati

Attualità | 13 Agosto 2020

L’ORDINANZA

Il governo e le regioni: test e obbligo di quarantena per chi rientra dall’estero

Attualità | 12 Agosto 2020

L’ORDINANZA

Campania, Sant’Antonio Abate è zona rossa

Attualità | 7 Agosto 2020

COVID & LOCKDOWN

Desecretati verbali del Comitato Scientifico: “Adottare misure differenziate nelle varie regioni”

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi