fbpx
mercoledì 15 luglio 2020
Logo Identità Insorgenti

NUJE SIMM’ERRI

Tav, riprende il processo allo scrittore, a Napoli reading solidale

Attualità, Eventi, Italia, NapoliCapitale | 26 Gennaio 2015

erri de luca

Inizierà il 28 gennaio 2015, mercoledì prossimo, a Torino, il clamoroso processo allo scrittore Erri De Luca, rinviato a giudizio per istigazione a delinquere in relazione ad alcune dichiarazioni rilasciate a Radiorai e ad altre testate lo scorso settembre in cui affermava che «la Tav va sabotata». Titolare del procedimento il gup di Torino Roberto Ruscello che nei mesi scorsi, nel corso dell’udienza preliminare, ha ritenuto valida la tesi del pm Andrea Padalino secondo il quale con quelle frasi l’intellettuale avrebbe «condizionato l’agire di altri».

Martedì 27 gennaio 2015, dalle ore 18,00 alle ore 20,00 presso la Libreria Pisanti al Corso Umberto 38/40 (a 100 mt. dalla Fermata UNIVERSITA’ della Metropolitana di Napoli) si raduneranno i sostenitori partenopei di Erri De Luca per un Reading alla vigilia del processo che vede lo scrittore napoletano imputato a Torino per alcune sue dichiarazioni sul TAV in Val di Susa. L’iniziativa è stata promossa da Maria Roxenne Cesareo e Luigi Di Raffaele ed è stata lanciata su Facebook il 20 gennaio. Già numerose le richieste di adesione per leggere brani dalle opere di Erri De Luca e testimoniare in quell’occasione l’impegno a tutela del diritto alla libertà di parola contraria. Questo il link dell’evento pubblicato su FB: https://www.facebook.com/events/1009477092414179/?pnref=story

Di seguito pubblichiamo la lettera inviato ad Erri De Luca dagli organizzatori per comunicargli dell’iniziativa.

“Caro Erri, ci perdonerai il tono confidenziale giustificato dalla poesia della “parola condivisa” e solo per disavventura altrui da quella ingiustamente contrastata che, ironia della sorte, ci unisce ancor di più, come si fa con l’amico più caro, con un familiare ingiustamente ferito. Non potendo essere fisicamente a Torino nell’aula o all’esterno del Tribunale che “nel nome del Popolo Italiano” intende giudicare le parole e le idee, minando nel profondo le libertà garantite da una Costituzione costantemente violentata da chi dovrebbe tutelarla, da te pronunciate, abbiamo organizzato un Reading presso la Libreria Pisanti ( che ci ha accolti con grande partecipazione ) in tuo onore. Qui non si processano né il TAV né la difesa della Val di Susa ma le parole di un Poeta, di uno Scrittore che invita con le sue opere all’Amore per la natura e per la vita, all’Accoglienza verso i più deboli, alla Verità da ricercare sempre e che nasce dal confronto e sì, anche dallo scontro delle idee e delle parole. Le democrazie in nome delle quali spesso l’Occidente civilizzato esporta morte dovrebbero garantire il diritto alla “parola contraria”, viverla ed accoglierla come un bambino fa con il latte per crescere. A Torino, invece, la parola contraria va alla sbarra, si processa. Da Napoli, anche in questa occasione vicina ad uno dei suoi migliori figli, si alzerà alla vigilia del processo la Poesia dei tuoi scritti. Perché noi ai pugni nello stomaco rispondiamo con carezze sul viso. Forza Erri. Noi siamo con te e, attraverso di te, a difesa della LIBERTA’ !”.

In un mondo dove tutti sono pronti a scendere in campo per la libertà d’espressione, Je Suis Erri. O, per dirlo a modo nostro, Nuje simm’Erri.

Lucilla Parlato

Un articolo di Identità Insorgenti pubblicato il 26 Gennaio 2015 e modificato l'ultima volta il 26 Gennaio 2015

Articoli correlati

Attualità | 15 Luglio 2020

L’ABBANDONO

Istat, declino demografico al Sud tra migrazione e calo di natalità

Attualità | 12 Luglio 2020

CAMPI FLEGREI

Fumarole artificiali di Pozzuoli: origine e scopo del progetto finanziato dalla Campania

Attualità | 11 Luglio 2020

LO SCEMPIO

Demolito un villaggio del ‘700 a Giugliano, al suo posto sorgeranno villette di lusso

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi