lunedì 18 marzo 2019
Logo Identità Insorgenti

NUOVE FREGATURE COOP

Prodotti del sud con codici a barre del nord: IVA alla Padania

Rubriche | 4 Ottobre 2014

1947520_10204217481429720_7169713885464028780_n

Ci siamo già occupati tempo adietro del caso della Pasta Liguori venduta a marchio Coop – linea “Fiorfiore Coop” per l’esattezza – e riportante un codice a barre che dava come risultato fiscale: Casalecchio di Reno (BO), produttore Coop Italia Società Cooperativa – Via del Lavoro 6/8 40033 Casalecchio di Reno (BO), con conseguente gettito IVA alla regione Emilia Romagna e non alla Campania. Vi invitiamo a rileggere l’articolo in quanto riportava la documentazione legislativa in materia di sede legale e federalismo fiscale.

Ci è stato segnalato un nuovo caso sulla pagina Fb di Briganti, su segnalazione di Sabatino Diego Iorio, e relativo ad un prodotto della La Doria SPA di Angri (SA), ma venduto a marchio UNES CENTRO Soc. Coop. Vimodrone (MI). L’applicazione Check Sud forniva per tale prodotto esito “negativo”, suscitando una certa meraviglia e anche il dubbio di un errore da parte dell’app.

Poichè di segnalazioni analoghe ne sono arrivate più d’una, vorremmo fare chiarezza sulla faccenda: in questo paese esiste un sistema di gestione detto GS1 che si occupa dei cosiddetti “standards” commerciali, tra cui appunto il sistema dei codici a barre. In particolare la società di interesse è la Indicod-Ecr, con sede covviamente al nord, Milano nello specifico. indicodCome potete vedere dall’immagine, il codice a barre riportato nella foto fa capo ad una società che ha sede a Milano, e non ad Angri.

E’ chiaro che se si utilizzano altri sistemi o app che si basano su “elenchi” di aziende, nel momento in cui si cerca “La Doria” il risultato sarà che è un prodotto campano, il che significa che un sistema del genere va in tilt quando un prodotti di un’azienda del sud viene venduto con il codice a barre di un’impresa di distribuzione del nord. Data l’importanza cruciale di questi particolari per la nostra economia, è d’obbligo un invito ad una maggiore attenzione su questo tema.

Lorenzo Piccolo

Un articolo di Identità Insorgenti pubblicato il 4 Ottobre 2014 e modificato l'ultima volta il 5 Ottobre 2014

Articoli correlati

Agroalimentare | 12 Dicembre 2017

PRIMO PEZZOTTO UNESCO

Galbani sciacalla sulla pizza patrimonio mondiale. Pizzaioli napoletani e partenopei furibondi

Identità | 14 Aprile 2015

COLDIRETTI GARIBALDINA

Accordo con azienda emiliana: pizza (surgelata) 100% italiana ma nessun ingrediente campano

Il Pezzotto del Giorno | 2 Aprile 2015

Pezzotto news dall’Expo: dopo il caffè triestino, ecco la pizza “italiana”

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi