fbpx
martedì 1 dicembre 2020
Logo Identità Insorgenti

Padula, Nasce presidio “Libera” Vallo di Diano in memoria di Natale De Grazia

News | 16 Dicembre 2016

Sarà inaugurato ufficialmente sabato 17 dicembre a Padula  il Presidio di Libera “Vallo di Diano”, intitolato alla memoria di Natale De Grazia.

 

Era la notte tra il 12 e il 13 Dicembre 1995, quando il capitano di fregata Natale De Grazia perse improvvisamente la vita, all’età di 39 anni. Quella notte il comandante era in viaggio  da Reggio Calabria a La Spezia per alcuni compiti di servizio legati alle spinose indagini che stava seguendo relative allo smaltimento illecito dei rifiuti tossici da parte delle ecomafie.
Nei pressi di Nocera Inferiore, dove si era da poco fermato per consumare un pasto in una stazione di servizio, venne ritrovato senza vita, si parlo’ in un primo momento di un arresto cardio- circolatorio, ma la verità sulla sua scomparsa è ancora un mistero, in molti pensano che sia stato vittima di un avvelenamento, in collegamento con il suo lavoro investigativo, contenuto nei fascicoli dell’inchiesta giudiziaria sull’affondamento della nave Rigel presso la Procura di Reggio Calabria.

A 21 anni dalla sua scomparsa, gli viene intitolato l’ottavo presidio di “Libera” nella provincia di Salerno, “Vallo di Diano” nel comune di Padula.
La nascita del presidio è il risultato di un lungo percorso formativo partito dal basso che ha visto coinvolti i singoli cittadini e numerose associazioni, attorno al progetto di Libera,
attivi nel prendersi a carico la propria fetta di responsabilità nella lotta quotidiana alle associazioni mafiose.
I temi cardini del presidio saranno, la tutela dell’ambiente, i traffici e lo smaltimento illecito dei rifiuti e la salvaguardia della salute, in riferimento proprio alla lotta delle ecomafie di cui si occupava il capitano Natale De Grazia.

Il programma per la giornata del 17, partirà alle ore 9.30 con la cerimonia istituzionale e la sottoscrizione del Patto di Presidio presso l’Aula Consiliare di Padula, in Piazza Umberto I, alla presenza, del sindaco Paolo Imparato, della referente provinciale di Libera a Salerno Anna Garofalo e della vicepresidente nazionale di Libera Daniela Marcone.
Alle ore 12.00 si proseguirà , invece, presso la Galleria virtuale della mafia e dell’antimafia all’interno della casa-museo Joe Petrosino, ci sarà il taglio del nastro e della torta.

Con questa iniziativa l’associazione Libera continua, il suo già lungo percorso, di lotta quotidiana alla associazioni mafiose sul territorio nazionale.

Un articolo di Il Vaporetto pubblicato il 16 Dicembre 2016 e modificato l'ultima volta il 16 Dicembre 2016

Articoli correlati

News | 25 Novembre 2020

L’ADDIO

I ricordi del Napoli di ieri e di oggi

Attualità | 31 Agosto 2020

LA DERIVA

Napoli, Anm: la propaganda leghista viaggia sul servizio pubblico

Italia | 12 Marzo 2020

CORONAVIRUS

Libri, film, giga gratuiti: i regali delle aziende digitali per questi giorni di quarantena

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi