sabato 23 marzo 2019
Logo Identità Insorgenti

PAESTUM

A gennaio arriva il biglietto dinamico: in bassa stagione si paga metà

Beni Culturali | 27 Dicembre 2018

Paestum introduce il biglietto dinamico: Il primo sito statale al Sud a variare i prezzi a seconda della stagione.

Il biglietto dinamico: nuova sperimentazione a Paestum

Per generare maggiori introiti, ma comunque continuando a tenere d’occhio la conservazione e la valorizzazione del sito archeologico e garantire al tempo stesso maggiore gratuità per i cittadini fruitori del patrimonio, come auspicato dal Ministro dei Beni e delle Attività Culturali, Alberto Bonisoli, il Parco Archeologico di Paestum ha elaborato una risposta che entrerà in vigore il 1 gennaio del 2019. Paestum, infatti, sarà il primo sito statale nel meridione a introdurre un biglietto “dinamico”. In concreto, questo vuol dire che da dicembre a febbraio, periodo di bassa affluenza, si pagherà la metà, mentre nei mesi di alta stagione il biglietto sarà aumentato. Il suggerimento arriva dai docenti del master in Management dei Beni Culturali della Bocconi che collaborano da tempo con il sito magno-greco e che hanno analizzato il caso degli Uffizi. Il biglietto, definito “dinamico”, ce lo spiega il prof. Andrea Rurale della Bocconi: “Ormai tutti siamo abituati ad avere a che fare con il prezzo dinamico quando si tratta di acquistare un prodotto online, un biglietto aereo o di prenotare una stanza in hotel. Allo stesso modo i biglietti di ingresso nei musei possono aumentare o diminuire a seconda di cosa c’è da vedere o della stagione dell’anno”.

Che sia la risposta a un mondo in movimento che segue i flussi turistici e le stagioni? Fatto sta che il giovane direttore fa per l’ennesima volta da sperimentatore: Dal biglietto annuale “Paestum mia”, ad “Adotta un blocco delle mura di Paestum e diventa suo cittadino”, all’apertura dei depositi del museo al pubblico, alla visita del santuario meridionale a luci spente come visitatori del Grand Tour fino alla rimodulazione dell’idea di museo seguendo le idee e i suggerimenti dei visitatori.

Ora si sperimenta il biglietto dinamico al Sud dopo gli Uffizi di Firenze. È sicuramente uno dei pregi dei giovani non aver paura di sperimentare e rischiare ma è anche da persone lungimiranti seguire i flussi turistici, indagare i target e l’aspetto sociale di un sito archeologico come Paestum e di ciò che vi ruota intorno.

Tanto si è discusso delle domeniche al museo, delle gratuità e di come poter permettere ai cittadini del territorio italiano di visitare siti archeologici e museali se pur ciò comporta un dispendio economico che si preferisce evitare in tempi di crisi. Dai grandi numeri della domenica gratuita è partita una riflessione in merito. Se la riforma Franceschini ha dato l’autonomia ai musei rivelandosi una scelta lungimirante, la domenica al museo ha riscosso un grande numero di pubblico (non pagante) che però si riversa nei musei in un sol giorno al mese comportando problemi di tutela che hanno destato ovunque grande preoccupazione. Tre anni fa, all’alba della sua gestione autonoma, il Parco archeologico di Paestum, con il suo neo direttore Gabriel Zuchtrieghel, già lanciava l’abbonamento annuale che a un prezzo irrisorio consentiva un accesso tutto l’anno al sito archeologico e al museo del parco, facendo da pioniere in Campania.

L’abbonamento “Paestum mia” in promo a 10 euro fino al 31 dicembre, passa da 25 a 13 euro l’anno

Quest’anno l’abbonamento è addirittura in promo a 10 euro se lo si acquista entro il 31 dicembre  per poi passare a 13 invece che a 25 euro l’anno come gli anni scorsi! Quindi solo 1 euro in più sul ticket ordinario del Parco che è di 12 euro. Scelta che facilita soprattutto i residenti e gli amanti di Paestum che possono godersi le visite al sito ogni qualvolta lo desiderano nell’arco dell’anno.

L’abbonamento annuale di Paestum ha fatto da apripista e anche altri istituti hanno deciso quest’anno di adottarlo, come il MANN (Museo archeologico nazionale di Napoli), e pare che anche Pompei si appresti a seguirne la scia.

Da gennaio 2019 si entra gratis a Paestum tutti i giovedì dalle 18

Bonisoli ha anche richiesto ai direttori, sempre nell’ambito dell’autonomia gestionale, di trovare più giorni e momenti per aprire gratuitamente i loro siti e musei di pertinenza. A Paestum sono state fissate in questa ottica le giornate di ingresso gratuito tutti i giovedì dalle 18 sia nel museo che nell’area archeologica del parco.

Susy Martire

Un articolo di Susy Martire pubblicato il 27 Dicembre 2018 e modificato l'ultima volta il 27 Dicembre 2018

Articoli correlati

Attualità | 18 Marzo 2019

IL CASO

Il direttore di Paestum chiude il profilo facebook dopo la strage in Nuova Zelanda

Beni Culturali | 13 Marzo 2019

GIORNATA DEL PAESAGGIO

Le iniziative in Campania per la Giornata del paesaggio

Beni Culturali | 11 Marzo 2019

BUONE NOTIZIE

Procida, arrivano 5 milioni per Terra Murata

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi