sabato 24 luglio 2021
Logo Identità Insorgenti

Paestum, al via il bando per il nuovo direttore

Beni Culturali | 12 Maggio 2021

“Al via il bando internazionale per i direttori di due siti straordinari: il Museo delle Civiltà all’EUR, dove sono conservati reperti eccezionali provenienti da culture di tutto il mondo e testimonianze preziose della preistoria del nostro Paese, e il Parco Archeologico di Paestum e Velia, che con i suoi templi greci da secoli affascina i viaggiatori e oggi ha conosciuto un deciso rilancio e anche la ripesa di nuove, importanti campagne di scavo”. Così il Ministro della Cultura, Dario Franceschini, ha commentato l’avvio di una procedura di selezione pubblica internazionale da parte del Ministero per il conferimento degli incarichi di direttore del Museo delle Civiltà di Roma e di direttore del Parco archeologico di Paestum e Velia di Capaccio (SA). Il bando è online sul sito del MiC.

Gli interessati a partecipare alla selezione possono presentare la propria candidatura fino al prossimo 20 giugno, seguendo le istruzioni al link cultura.gov.it/selection. Le candidature verranno esaminate da una commissione di valutazione, composta da cinque membri di esperti di chiara fama nominati dal ministro. La commissione, esaminate le domande pervenute, ammetterà ad un colloquio, previsto per il mese di ottobre, fino a un massimo di dieci candidati, da cui selezionerà una terna di nominativi da sottoporre al Direttore Generale Musei per la scelta finale.

Del Museo delle Civiltà fanno parte il Museo Nazionale Preistorico e Etnografico “Luigi Pigorini” – dove è conservato l’unico cranio di Uomo di Neanderthal finora esposto al pubblico in Italia, frutto del primo ritrovamento alla grotta Guattari del Circeo nel 1939, al quale si sono aggiunti gli ulteriori ritrovamenti annunciati in questi giorni – il Museo Nazionale delle arti e tradizioni popolari, il Museo Nazionale d’Arte Orientale “Giuseppe Tucci” e il Museo dell’Alto Medioevo.
Del Parco archeologico di Paestum e Velia fanno parte invece l’area archeologica di Paestum, l’area archeologica e il museo narrante di Foce Sele, il Museo archeologico nazionale di Paestum e il Parco archeologico di Elia Velia.
Fino all’inizio della pandemia il Parco Archeologico di Paestum e Velia ha conosciuto una crescita costante del numero dei visitatori, ben al di sopra della media nazionale, fino ad arrivare al primato di 450.000 ingressi nel 2019. Il Museo delle Civiltà, invece, è una realtà ben radicata nei percorsi formativi scolastici con una forte proiezione nella didattica e che ogni anno, prima della pandemia, accoglieva oltre 50.000 visitatori. Recentemente il MuCiv ha acquisito importanti collezioni e sta conoscendo un significativo processo di riallestimento.

I direttori dei due musei avranno un incarico a tempo determinato di quattro anni rinnovabile per un ulteriore quadriennio e riceveranno un compenso annuo lordo di 83.142,69 euro più un eventuale premio di risultato pari ad un massimo di 15.000 euro.

Un articolo di Identità Insorgenti pubblicato il 12 Maggio 2021 e modificato l'ultima volta il 12 Maggio 2021

Articoli correlati

Beni Culturali | 18 Maggio 2021

Frammenti di affreschi trafugati ritornano a Stabia e a Civita Giuliana

Beni Culturali | 14 Maggio 2021

Rinasce il Giardino romantico di Palazzo Reale e da domenica ritornano le visite al Giardino pensile

Beni Culturali | 8 Maggio 2021

La Procura contro il Comune di Napoli: sequestrata Villa Ebe. “Rischio crollo”