mercoledì 21 agosto 2019
Logo Identità Insorgenti

PALLACANESTRO

La GeVi Napoli Basket perde la semifinale Playoff con Palestrina. Ora l’assalto a un “titolo” di serie A2

Senza categoria, Sport | 23 Maggio 2019

La Gevi Napoli Basket perde nettamente 83-65 la gara 5 di semifinale Playoff di serie B a Palestrina, chiudendo però la stagione con un bilancio sicuramente positivo.

Un’annata cominciata in netto ritardo rispetto alle dirette concorrenti per la lunga trattativa che ha portato alla cessione della società dal vecchio Presidente Ruggiero alla nuova proprietà di Grassi e Tavassi. Ritardo che ha creato inevitabilmente molti problemi per il mercato.

Solo nel corso della stagione si è riusciti ad intervenire con gli innesti di Chiera, Milosevic e Bagnoli che hanno cambiato il volto della squadra portando anche all’incredibile serie di 11 vittorie consecutive che ha rilanciato la Gevi in chiave Playoff.

Dopo la vittoria su Fabriano, il sogno di risalire in A2 per Napoli si infrange contro Palestrina

Dopo la facile serie con Fabriano, la Gevi Napoli Basket è stata impegnata in 5 match combattuti con Palestrina, conditi da infortuni, in particolare a capitan Guarino, e polemiche accese, dovute soprattutto al pugno di Rizzitiello a Malagoli nel palazzetto di Palestrina che il pubblico di Napoli ha pesantemente fischiato per tutte e due le partite quando si sono disputati i match al Palazzetto di Casalnuovo. Alla fine ha vinto probabilmente la squadra più forte e Napoli non ha molto da rimproverarsi.

La gara 5 di ieri è andata come ci si aspettava, infatti già dopo la sconfitta in gara 4 a Napoli le speranze di andare a vincere fuori casa erano ridotte al lumicino.  Palestrina ha condotto sin dal primo quarto fino alla fine trascinata dal solito ambiente caldissimo che, soprattutto all’inizio, ha condizionato molto anche gli arbitri, severissimi coi napoletani (due antisportivi e due tecnici nei primi due quarti) e non altrettanto coi laziali. Per Napoli al solito sugli scudi Bagnoli (20 punti) e Chiera (14) che però da soli non potevano fare miracoli. In campo sicuramente, però, tutta la squadra ha messo la grinta e l’impegno di provarci fino all’ultimo quarto di gioco a ribaltare un match e compiere l’impresa, sostenuti da un folto gruppo di tifosi partenopei che non fanno mai mancare il loro supporto alla squadra anche in trasferta.

La società è partita alla caccia di un titolo di A2

Se la stagione sportiva del Napoli Basket finisce qui, ora comincia un periodo ancora più importante per la società. Non è un mistero, infatti, che la nuova proprietà sia a caccia di un titolo di Serie A2 da poter disputare già dalla prossima stagione.

I rumors sono tanti, la “pista” di Cagliari sembra sempre la più accreditata anche se negli ultimi giorni pare che per il titolo sardo si stia valutando l’ipotesi del trasferimento di sede a Torino. Saranno comunque settimane caldissime per la società e per i tifosi che sperano di poter vedere l’anno prossimo, nel PalaBarbuto ristrutturato dopo i lavori per le Universiadi, un campionato degno della piazza napoletana finalmente in A2.

Coach Lulli ringrazia tifosi e società al termine di una stagione dal bilancio positivo

Queste le dichiarazioni di coach Gianluca Lulli al termine della gara: “Innanzitutto facciamo i complimenti a Palestrina che ha giocato Gara 5 con maggiore energia. Ai miei giocatori va un grandissimo ringraziamento per aver dato tutto in questa serie. Sapevamo che oggi sarebbe stata una gara difficile. Non sono bastati orgoglio e determinazione, ma sono certo che la delusione di questa sera potrà trasformarsi in qualcosa di importante che rimarrà a noi tutti per un percorso condotto con grande dignità. Abbiamo cercato di onorare sempre la maglia azzurra per la sua grande importanza. Si chiude la stagione ed avremo il tempo per tracciare un bilancio generale, ma credo che tutto l’ambiente sia soddisfatto di questa annata. Ringrazio veramente tutti: dalla proprietà allo staff tecnico e dirigenziale. Un grazie speciale ai nostri tifosi che non ci hanno mai fatto sentire soli“.

Pallacanestro Palestrina  Gevi Napoli Basket 83-65 (23-19; 44-35; 66-53)

Pallacanestro Palestrina: Fiorucci, Rischia 7, Rossi 11, Banchi 3, Morici 9, Ochoa 11, Berretta 16, Santucci, Cecconi, Rizzitiello 10, Mattei, Carrizo 16. coach Ponticiello.

Gevi Napoli Basket: Guarino, Chiera 14, Malagoli 4, Erkmaa 10, Molinari, Di Viccaro 5, Dincic 2, Giovanardi, Bagnoli 20, Puoti, Milosevic 5, Milani 5. Coach Lulli.

 

Sabrina Cozzolino

Un articolo di Sabrina Cozzolino pubblicato il 23 Maggio 2019 e modificato l'ultima volta il 23 Maggio 2019

Articoli correlati

Altri Sud | 3 Agosto 2019

GHANA

Il presidente panafricanista che ha sfidato l’Occidente

Senza categoria | 2 Agosto 2019

RAPPORTO SVIMEZ

Dramma emigrazione al Sud: quasi un milione di giovani partiti in 15 anni

Cultura | 29 Luglio 2019

ARGENTO DI NAPOLI

La Neapolis greca batteva conio quando a Roma si usavano pezzi di rame

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi