fbpx
mercoledì 28 ottobre 2020
Logo Identità Insorgenti

PALLACANESTRO

Per la Napoli del basket è febbre da Playoff

Sport | 26 Aprile 2019

Non ci resta che il basket. Dopo le ultime sconfitte in Europa League e in campionato i tifosi del Napoli ormai possono considerare conclusa in anticipo la stagione, invece per la Napoli della pallacanestro dal prossimo weekend comincia la fase decisiva del campionato di serie B. Da domenica, infatti, prenderanno il via i Playoff che decreteranno le tre squadre che il prossimo anno potranno militare  in serie A2.

Il momento più atteso dell’anno, dunque, è arrivato per gli appassionati di questo sport in città, dove nonostante la predominanza del tifo calcistico, il movimento cestistico conta moltissimi appassionati.

Un campionato iniziato in salita

Per la Generazione Vincente Napoli Basket già poter arrivare a disputare i playoff è stato un autentico miracolo sportivo, considerando che la stagione è iniziata in salita.

Il campionato della Ge.Vi., infatti, è cominciato in affanno a causa del grave ritardo nella costruzione della squadra, dovuto alla retrocessione in serie B e al conseguente passaggio di testimone della proprietà dal Presidente Ciro Ruggiero ai due imprenditori napoletani Federico Grassi e Francesco Tavassi.

E questo cambio di gestione avvenuto “in corsa” ha portato a delle oggettive difficoltà di reperire un buon numero di giocatori di un certo livello, visto che le altre squadre già si erano mosse sul mercato.

La svolta della stagione grazie a nuovi innesti e alle 11 vittorie consecutive

Dopo un cammino inizialmente altalenante, la svolta è arrivata con l’innesto nella squadra prima di Chiera, ma soprattutto del pivot Bagnoli che ha migliorato notevolmente il gioco sotto canestro della squadra partenopea.

Rinforzata nei suoi punti deboli, la squadra del coach Lulli è riuscita nell’impresa di realizzare una striscia di 11 vittorie consecutive che le hanno consentito di arrivare ai piani alti della classifica e, nonostante quattro sconfitte a fine campionato, con l’ultima vittoria in casa del Catania i partenopei sono riusciti a centrare la sesta posizione, assicurandosi un posto nei playoff.

L’obiettivo di inizio stagione, dunque, è stato raggiunto, e riuscire a risalire subito in serie A2 sarebbe un risultato straordinario, capace di ridare nuovo slancio a tutto il movimento cestistico napoletano.

Gli anni d’oro della Carpisa Napoli e la vittoria della Coppa Italia

Sembrano un ricordo lontanissimo, infatti, gli anni in cui la Carpisa Napoli del Presidente Mario Maione riusciva a riempire il PalaBarbuto, con migliaia di tifosi sugli spalti che seguivano la squadra del coach Piero Bucchi impegnata nel campionato di serie A1.

Una squadra con giocatori straordinari, come Lynn Greer e “il sindaco” Mason Rocca, che nella stagione 2005/2006 vinse la Coppa Italia, primo trofeo conquistato da Napoli, che sfiorò la vittoria dello scudetto, perdendo in semifinale in gara 5 contro la Fortitudo di Belinelli.

Erano gli anni in cui il Napoli militava in serie C e il basket era diventato motivo di orgoglio cittadino. Poi le crisi societarie che si sono succedute hanno rischiato di far sparire la Napoli del basket dal panorama nazionale, ma adesso con la nuova gestione sembra che si sia intrapreso un nuovo percorso che fa ben sperare per il futuro.

Prima gara dei playoff contro Fabriano

A seguito dell’incrocio con gli altri gironi, la prima avversaria della Ge.Vi Napoli Basket nei quarti di finale del tabellone C sarà Fabriano, allenata da coach Fantozzi.

Palla a due per il primo match della serie sulla distanza delle tre partite che si giocherà domenica 28 aprile alle 18 al PalaGuerrieri di Fabriano. Seconda sfida in casa a Casalnuovo giovedì 2 maggio alle 20.30 e l’eventuale spareggio domenica 5 maggio nuovamente a Fabriano.

La squadra che passerà il turno affronterà la vincente tra Palestrina e Corato. La sfida con Fabriano, che riporta alla mente dei tifosi napoletani tantissime sfide play off del passato, è certamente difficile, ma non impossibile.

Sarà importante recuperare Milani sul cui infortunio c’è ancora un alone di mistero e soprattutto ritrovare la compattezza tra squadra e coach che nell’ultimo mese sembrava essersi un po’ perduta dopo l’esaltante striscia di 11 vittorie consecutive.

Il coach Lulli dà la carica alla squadra

Queste le dichiarazioni di coach Lulli alla vigilia delle sfide playoff: “Il bilancio alla fine della stagione regolare, considerati i problemi che tutti conosciamo e che abbiamo avuto sin dall’inizio è estremamente positivo. Abbiamo meritato il sesto posto vincendo 13 delle ultime 17 partite e la crisi dell’ultimo mese è superata.  Ora comincia un nuovo campionato e vogliamo fare qualcosa di importante.  Lo merita la società e lo meritano i nostri tifosi che ci hanno sempre seguito con grandissima passione ed entusiasmo”.

Sabrina Cozzolino

Un articolo di Sabrina Cozzolino pubblicato il 26 Aprile 2019 e modificato l'ultima volta il 26 Aprile 2019
#basket   #Napoli  

Articoli correlati

Sport | 28 Ottobre 2020

L’APPELLO

Campionati aperti, ma piscine chiuse: la pallanuoto così affoga

Sport | 25 Ottobre 2020

IL DERBY E’ AZZURRO

Il Napoli rimonta e passa a Benevento: Streghe k.o. 2-1

Sport | 22 Ottobre 2020

EUROPA LEAGUE

Napoli, male la prima: l’AZ vince 1-0 al San Paolo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi