mercoledì 21 agosto 2019
Logo Identità Insorgenti

PALLACANESTRO

Vittoria all’ultimo respiro per il Napoli Basket che ora sogna la finale Playoff

Sport | 18 Maggio 2019

Vittoria al cardiopalma per la Gevi Napoli Basket, che ieri sera ha battuto per 67 a 65 Palestrina ed ora è a un passo dalla finale Playoff per la serie A2.

Il Napoli Basket, infatti, con la vittoria della gara 3 delle semifinali dei Playoff  domenica 19 maggio ha in casa il match point per chiudere la serie e volare alle finali per l’accesso alle Final Four per la promozione in Serie A2.  Entusiasmante la partita che è stata seguita da un pubblico caldissimo che gremiva fino all’inverosimile il palazzetto di Casalnuovo.

 

Gli azzurri sono stati trascinati da un Chiera straordinario sui due lati del campo e da un Bagnoli concreto e dominatore sotto canestro. Per gli azzurri in campo a sorpresa anche capitan Guarino recuperato all’ultimo minuto anche se non al 100% dopo l’infortunio.

Una gara dominata fin dal primo quarto e in bilico solo sul finale

Napoli ha dominato la gara per 3 quarti ma l’inevitabile calo fisico dovuto all’enorme sforzo difensivo ha riportato in partita Palestrina per un finale da batticuore.

L’inizio è tutto napoletano con i laziali che soffrono tremendamente la difesa asfissiante del quintetto napoletano e grazie a un super Dincic vanno subito sul 12 a 4 costringendo un nervosissimo coach Ponticiello ad un immediato time out. Con l’ingresso di Guarino e Milani, Napoli vola a +10 (22-12) alla fine del primo quarto. Il secondo quarto rispecchia l’andamento del primo con Palestrina che prova a rientrare.

Il Napoli resiste agli assalti grazie ad un buon impatto dalla panchina anche da Malagoli e Milosevic,  con un Di Viccaro mai in partita, chiudendo a metà gara sul sul 37-23. Nel terzo quarto Napoli sembra controllare tranquillamente la gara portandosi a più 11 dopo essere stata sopra anche di 16.

Nell’ultimo quarto il calo fisico è evidente. Palestrina si avvicina pericolosamente ed il finale tiene tutto il pubblico azzurro con il fiato sospeso.

Il tiro di capitan Guarino annullato dagli arbitri era valido

Finale con il “giallo” per il Napoli Basket che si è visto annullare dagli arbitri  un canestro regolare di Guarino a 15 secondi dalla fine che avrebbe portato gli azzurri sul più 4.  Sul fronte avversario però Carrizo sbaglia subito dopo la tripla che avrebbe portato Palestrina a più 1 a 4 secondi dalla fine. Poi i due tiri liberi sbagliati da Dincic, ma il rimbalzo finale di Bagnoli permette agli azzurri di chiudere tra il tripudio del pubblico del Palazzetto di Casalnuovo.

Le dichiarazione del coach Lulli a fine gara

Queste le dichiarazioni di Coach Lulli nell’immediato post-gara: “Sono veramente contento della prova dei ragazzi. Abbiamo fatto una partita di grande dispendio fisico e di grande energia. Siamo stati perfetti in difesa nel primo tempo. Sapevamo che Palestrina ce l’avrebbe messa tutta per rientrare dopo l’intervallo ma, pur non avendo avuto la giusta lucidità nei momenti difficili, siamo riusciti a portarla a casa meritatamente per quanto espresso nei 40 minuti. Domenica abbiamo il primo match-ball che proveremo a sfruttare davanti al nostro pubblico che questa sera è stato eccezionale. Mi aspetto un’altra cornice come quella vista oggi che ci possa aiutare a sognare ancora”.

Gevi Napoli Basket-Pallacanestro Palestrina 67-65 (22-12; 27-23; 54-43)
Gevi Napoli Basket: Guarino, Chiera 18, Malagoli 4, Erkmaa 8, Molinari, Di Viccaro 2, Dincic 12, Giovanardi ne, Bagnoli 16, Puoti ne, Milosevic 4, Milani 3. Coach Lulli.
Pallacanestro Palestrina: Fiorucci, Rischia 9, Rossi 4, Banchi 3, Pochino ne, Morici 13, Ochoa 19, Berretta 4, Santucci, Rizzitiello 5, Mattei ne, Carrizo 8. coach Ponticiello.

Sabrina Cozzolino

 

Un articolo di Sabrina Cozzolino pubblicato il 18 Maggio 2019 e modificato l'ultima volta il 18 Maggio 2019

Articoli correlati

Identità | 1 Agosto 2019

NEL NOME DEL CIUCCIO

93 anni di Napoli: tanti auguri alla nostra eterna passione a tinte azzurre

Cultura | 29 Luglio 2019

ARGENTO DI NAPOLI

La Neapolis greca batteva conio quando a Roma si usavano pezzi di rame

Sport | 24 Luglio 2019

IL NUOVO ARRIVATO

Alla scoperta di Eljif Elmas, la gemma macedone del Napoli 2019-20

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi