sabato 24 agosto 2019
Logo Identità Insorgenti

PATTINAGGIO ARTISTICO

Gabriella Ragosta e Vincenzo Sarnataro: brilla il medagliere campano della Coppa Italia 2018.

Attualità, Periferie, Sport | 28 Ottobre 2018

Il pattinaggio artistico mondiale chiama, la Campania risponde: sono due, infatti, i pattinatori nostrani convocati per l’edizione 2018 della Coppa Italia “Memorial di Giuseppe”, il trofeo internazionale di pattinaggio artistico a rotelle svoltosi durante questo fine settimana (26 – 28 ottobre) presso il Palasport Comunale di Misano Adriatico. Gabriella Ragosta e Vincenzo Sarnataro, sono questi i nomi degli atleti partenopei partiti, venerdì scorso, alla volta dell’Emilia Romagna per prendere parte attiva alla competizione.

La prima ad esibirsi e a concludere in maniera encomiabile la propria avventura internazionale è stata Gabriella: pattinatrice del A.S.D. “Circolo Pattinatori Napoli”, scuola di pattinaggio artistico a rotelle di Caravita, guidata dagli allenatori federali Marcella Madonna e Corrado Bottiglieri. Sabato pomeriggio lo short, Domenica mattina il programma lungo: la piccola Gabriella, classe 2004, d’origini sangiorgesi, al suo primissimo esordio con la maglia della nazionale, grazie alla sua caparbietà nello sport, ai suoi allenatori di sempre e alla supervisione del coach della nazionale Raffaello Melossi, ha brillato nella specialità del singolo femminile, conquistando un emozionante terzo posto nella categoria Cadetti. A gara conclusa, naturalmente, l’entusiasmo è alle stelle: Gabriella e i suoi allenatori, impegnati da 7 anni (quotidianamente) nella costruzione e nello sviluppo della carriera sportiva della propria atleta (meritano menzione anche i loro precedenti successi, su tutti, il secondo posto, sempre di Gabriella, al Campionato Italiano Fisr, categoria Allievi nel 2016) possono  gioire di questo nuovo traguardo raggiunto e, con loro, anche tutti noi campani, orgogliosissimi del loro splendido risultato.

A seguire,  il puteolano Vincenzo Sarnataro, classe 1998, stemma araldico della Real Lions, amico d’Identità Insorgenti e, ormai, atleta consolidato della Nazionale (ricordiamo il suo terzo posto ai Roller World Games 2017) ha chiuso la gara aggiudicandosi il secondo posto nella massima categoria maschile (Seniores). Un argento stra-meritato e, a dirla tutta, forse, anche un po’ stretto. Fatto sta che Vincenzo, sempre accompagnato dallo sguardo premuroso e attento dell’allenatrice Ludovica Renna, si è saputo distinguere in pista per la sua maestria nel conciliare eleganza e potenza fisica.

La coppa Italia 2018 si conclude, dunque, con due prestigiosissimi traguardi per il pattinaggio artistico campano, che si riconferma, non senza impegno e sacrifici d’ogni tipo, quale impavido protagonista del panorama rotellistico internazionale. Anche se  gli impianti al coperto, qui, al Sud dello stivale, continuano ad essere un miraggio e, quindi, nessuno dei nostri atleti ha la possibilità di pattinare con regolarità costante (come accade, invece, nella stragrande maggioranza del Paese). Ma si sa, i pattinatori meridionali non mollano mai, lavorano sodo e, proprio per questo, riescono ad accaparrarsi un posto nelle competizioni più ambite e ad imporsi, come nel caso di Gabriella e Vincenzo, anche ai vertici delle classifiche federali.

Non ci resta, allora, che continuare a seguire i nostri campioni partenopei, congratularci con loro per gli ottimi risultati raggiunti e avere fiducia per tutti quelli che verranno. Il nostro augurio è che gli sforzi di questi due ragazzi, delle società campane e di tutti gli atleti nostrani, possano fungere da monito per le istituzioni, affinché si inizi, in un futuro non troppo distante, ad operare concretamente nei riguardi di questo sport, magari, mettendo a disposizione delle società sportive strutture coperte e adeguate, entro le quali sia possibile lavorare, serenamente (e senza l’handicap della pioggia) alla costruzione di un avvenire più dignitoso, più felice e, possibilmente, meno sofferto, del pattinaggio artistico a rotelle. Anche in Meridione.

Flavia Salerni

 

Un articolo di Flavia Salerni pubblicato il 28 Ottobre 2018 e modificato l'ultima volta il 29 Ottobre 2018

Articoli correlati

Attualità | 21 Agosto 2019

IL FOCUS

C’era una volta il Vasto

Attualità | 20 Agosto 2019

BUONI ESEMPI

Rosario, 14 anni, che pulisce le strade tra Arenaccia, Vasto e Poggioreale

Attualità | 13 Agosto 2019

L’ADDIO

L’ultimo desiderio di Nadia Toffa: don Patriciello celebrerà i suoi funerali a Brescia

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi