lunedì 18 marzo 2019
Logo Identità Insorgenti

PER CORRUZIONE

In manette il sindaco Borriello, uomo di Salvini a Torre del Greco

Sorci Verdi | 7 Agosto 2017

Ricordate il primo Sindaco Leghista della Campania? Ricordate la gioia di Salvini solo qualche mese fa quando presentava la nuova classe dirigente “salviniana” in provincia di Napoli, esultando per il suo “primo cittadino” campano, di Torre del Greco, il circolo più affollato di suoi adepti (circa 200)?
Stamattina è stato arrestato perché truccava gli appalti. Tangenti dalla ditta dei rifiuti. E’ accaduto a Torre del Greco, dove il sindaco da qualche giorno dimissionario – forse non per caso – Ciro Borriello, è stato arrestato nell’ambito di un’inchiesta condotta dalla procura di Torre Annunziata e dalla guardia di finanza.

In carcere sono finiti anche due imprenditori, Massimo e Antonio Balsamo. Ai domiciliari vanno invece Ciro Balsamo, Francesco Poeti e Virgilio Poeti. Secondo l’accusa, il sindaco avrebbe avvantaggiato la ditta Balsamo, una importante realtà economica attiva nel settore dei rifiuti.

In cambio, l’azienda avrebbe accumulato fondi neri di denaro contante destinato al sindaco. Le somme, secondo la Procura di Torre Annunziata, sarebbero state consegnate nel corso di “incontri mensili che avvenivano in luoghi appartati, privi di copertura di cellulari, mediante passaggi da un’auto all’altra” documentati da video riprese e intercettazioni ambientali. L’indagine ipotizza che già l’ingresso della ditta Balsamo nell’appalto sia stata “connotata da illegalità”, perché il sindaco avrebbe “determinato la decadenza” della ditta originariamente assegnataria, favorendo così l’azienda dei Balsamo.

Nei prossimi giorni toccherà agli indagati replicare alle accuse, quando il gip fisserà la data dell’interrogatorio.

Borriello, esponente di Mai con Salvini (posizione che aveva fatto nascere nel suo paese anche una petizione: “Torre del Greco non è leghista”), è stato eletto nel 2014 e di recente aveva rassegnato le sue dimissioni. Da marzo aveva annunciato pubblicamente vicinanza a Matteo Salvini, passando con il suo schieramento (come dimostra la foto sopra, tratta dalla pagina Noi con Salvini Torre). Oltre a condividerne post e proclami su Facebook, il sindaco ha infatti partecipato al comizio partenopeo del segretario della Lega Nord lo scorso marzo. Attualmente l’ammnistrazione di Torre del Greco è retta dala vicesindaco Ramina Stilo, estranea all’indagine.

Un articolo di Identità Insorgenti pubblicato il 7 Agosto 2017 e modificato l'ultima volta il 7 Agosto 2017

Articoli correlati

Sorci Verdi | 14 Marzo 2019

La sentenza: sputare su un manifesto di Salvini non è reato

Giustizia | 29 Gennaio 2019

PROCESSO PER SALVINI

Sul caso Diciotti la parola al Senato. Ma il ministro dell’interno cambia idea e non vuole essere giudicato

Sorci Verdi | 6 Agosto 2018

Salvini e il post sui tortellini (e altre amenità social)

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi