lunedì 20 settembre 2021
Logo Identità Insorgenti

Pescara, Chieti e una ventina di comuni abruzzesi in zona rossa: le regole che dovranno seguire

Vaccino
Abruzzo | 1 Marzo 2021

Scatta la zona rossa per 14 comuni del Pescarese e nove del Chietino comprese le due città capoluogo di provincia; venti, invece, i comuni abruzzesi sotto stretto monitoraggio sanitario mentre l’intera regione continua ad essere classificata come arancione. Colpa degli alti numeri del contagio e dei posti letto di terapia intensiva occupati per una percentuale pari al 41,6 per cento. Cifre che hanno convinto il presidente della regione Abruzzo, Marco Marsilio, ad emettere una ordinanza, la 11, con cui sono sospese tutte le attività scolastiche in presenza di tutte le classi delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado. Non è indicata la data di ripresa delle attività in aula.

Universo istruzione

L’ordinanza regionale contiene anche una novità: una decisa accelerata per quel che riguarda la vaccinazione del corpo docente, ben 26.721 interessati “al fine di programmare il riavvio delle attività in presenza nel minor tempo possibile”. Secondo Maurizio Brucchi, referente regionale per la vaccinazione, “La campagna si sta concentrando sul mondo della scuola e su quello universitario”.

Il vaccino Astrazeneca

E’ dell’azienda biofarmaceutica anglo-svedese Astrazeneca il vaccino iniettato per immunizzare le persone dell’apparato scolastico con età compresa fino a 65 anni. Per gli over si è in attesa di disposizioni ministeriali che prevedono l’utilizzo dei prodotti di Moderna o Pfizer. Nel mese di marzo, appena entrato, all’Abruzzo, saranno consegnate circa 30mila dosi di vaccino, più che sufficienti per docenti e personale della scuola.

La richiesta al commissario per l’emergenza covid

Il presidente Marsilio e l’assessore regionale alla sanità, Nicoletta Verì, hanno chiesto al commissario straordinario all’emergenza Covid, il generale Francesco Paolo Figliuolo – per giunta nato a Pescara e che ha sostituito Domenico Arcuri da oggi – di poter attingere alla riserve dei richiami, per somministrare a tutti e subito, la prima dose “in questo modo – spiega l’assessore Verì – otterremmo un incremento dei vaccinati del 30%”.

I numeri dell’epidemia

Sono 54468 i casi totale di covid-19 con un incremento di 568 di cui 299 nel Pescarese, 95 nel Chietino e nel Teramano e 75 in provincia dell’Aquila. 39523 i guariti con un aumento di 44 casi. I decessi, complessivamente, dall’inizio della pandemia sono 1701 di cui 3 ieri. (2 i ricoveri in terapia intensiva, 622 in terapia non intensiva e ben1254in isolamento domicilaire con sorveglianza attiva della Asl. Gli attualmente positivi sono 13244.

Infrazioni

Una coppia è stata fermata in occasione di un controllo da parte delle forze dell’ordine a Silvi, in provincia di Teramo. Sono risultati essere di un paese del Pescarese ed entrambi covid positivi. Hanno violato sia il divieto di uscire dal comune che quello di isolamento domiciliare. Per loro denuncia e multa. La polizia, inoltre, ha disperso un assembramento a Piazza Salotto, nel cuore di Pescara. Sempre nel capoluogo adriatico due attività sono state chiuse mentre la finanza ha interrotto una festa di compleanno a bordo di una barca all’interno del porto turistico, 53 le multe comminate.

Tamponi e positivi

Nella sola città di Pescara, in due giorni, sono stati effettuati 4831 test che hanno scovato 47 positivi che ignoravano di essere stati contagiati dal virus; oltre 500 casi in appena sette giorni: un dato davvero preoccupante.

Un articolo di Luciano Troiano pubblicato il 1 Marzo 2021 e modificato l'ultima volta il 1 Marzo 2021

Articoli correlati

Abruzzo | 6 Marzo 2021

Figlio morto a Rigopiano, assolto dopo tre anni per aver portato i fiori sul luogo della tragedia

Abruzzo | 4 Febbraio 2021

Abruzzo, lupo ucciso a fucilate. Non accadeva da anni

Abruzzo | 7 Dicembre 2020

EMERGENZA COVID

L’Abruzzo sfida Roma: noi zona arancione. Il governo chiede un passo indietro