fbpx
domenica 12 luglio 2020
Logo Identità Insorgenti

Pignasecca, raccolta beni dell’ex-opg per gli sfollati

News | 19 Settembre 2018

A due giorni dalla terribile esplosione che ha provocato la morte di una donna ed il ferimento dei due suoi figli, alla Pignasecca sono ancora tante le famiglie costrette a vivere in strada, a causa delle verifiche di agibilità del palazzo a seguito della deflagrazione. Dopo aver passato la notte in strada, gli abitanti del popoloso quartiere al centro di Napoli non hanno neppure potuto raccogliere – dalle loro case – beni di prima necessità, è per questo che la rete solidiale dell’ex-opg occupato Je so’ pazzo ha organizzato per quest’oggi una raccolta di beni da poter distribuire ai tanti residenti rimasti sfollati.

La raccolta avverrà dalle 15 alle 18 all’ex-opg di Materdei, mentre saranno preparati anche dei pasti caldi da portare in serata. Ciò che serve, e ciò che si chiede di portare: asciugamani, rotoloni, carta igienica, sapone liquido, dentifricio, spazzolini, bicchieri di carta, acqua, cibo in scatola, pigiama taglia M e scarpe con taglie 41 e 47.

In tanti hanno bisogno, la rete solidale napoletana ha bisogno dei suoi cittadini.

Un articolo di Gianluca Corradini pubblicato il 19 Settembre 2018 e modificato l'ultima volta il 19 Settembre 2018

Articoli correlati

Diritti e sociale | 6 Luglio 2020

SOLIDARIETA’

Disabilità visivie: la Fondazione Rodinò finanzia le attività estive per i bambini di Napoli

Diritti e sociale | 5 Giugno 2020

INCLUSIONE

L’Unione Italiana Ciechi lancia la campagna “Leggi per me”

Attualità | 23 Aprile 2020

L’INTERVISTA

Fabio, dai Quartieri Spagnoli: “Così Golia ha manipolato le mie parole”

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi