fbpx
domenica 12 luglio 2020
Logo Identità Insorgenti

Poggioreale. Nasce il primo sportello italiano per detenuti gay, bisex e trans

News | 10 Luglio 2017

La lodevole iniziativa, per la prima volta in Italia, dedicherà ai detenuti gay, bisex e trans del carcere di Poggioreale un servizio di consulenza e ascolto, con il fine di installare il pieno rispetto delle differenze.

Il tema è complesso: alcune persone vedono il carcere come mera repressione, altre sostengono la visione della detenzione come fase fondamentale per installare un successivo e positivo reinserimento sociale.

Di certo l’ambiente penitenziario può estremizzare certi comportamenti, come ad esempio la discriminazione per il diverso orientamento sessuale.

In questo senso arriva da Napoli, nota da secoli per una maggiore tolleranza in merito a tali argomenti, un progetto innovativo, il primo elaborato nel sistema carcerario italiano.

Grazie alla proficua collaborazione tra la Casa Circondariale di Poggioreale e l’Arcigay Napoli, è stato inaugurato uno sportello di consulenza e ascolto per le persone gay, bisex e trans ospitate nella struttura. L’obiettivo fondamentale è instillare, anche in un contesto cosi problematico, il rispetto delle differenze, la maggiore conoscenza di malattie trasmissibili sessualmente e soprattutto un pieno recupero dei detenuti, seguiti successivamente anche per il ritorno in società.

Dichiarano Antonello Sannino e Daniela Falanga, rispettivamente presidente e responsabile per i diritti delle persone Trans di Arcigay Napoli: “Un accordo importantissimo, ottenuto grazie alla fitta rete di collaborazioni territoriali, unita alla lungimiranza e alla tenacia dell’attuale direttore, il dottor Antonio Fullone, e dei suoi più stretti collaboratori. Una società più equa e più giusta parte proprio dai quei luoghi, come il carcere, dove troppo spesso si assiste a una ‘sospensione’ dei diritti inviolabili dell’individuo e dove, purtroppo, si vive in condizioni di estrema sofferenza umana e sociale“.

Diventa fan del Vaporetto per tutte le news sulla tua città, clicca qui e seguici sulla nostra pagina!

Un articolo di Antonio Barnabà pubblicato il 10 Luglio 2017 e modificato l'ultima volta il 10 Luglio 2017

Articoli correlati

Italia | 12 Marzo 2020

CORONAVIRUS

Libri, film, giga gratuiti: i regali delle aziende digitali per questi giorni di quarantena

Diritti e sociale | 10 Marzo 2020

CAOS CARCERI

12 morti per le proteste. In arrivo dal governo mascherine e tende pre-triage

L'oro di Napoli | 16 Dicembre 2019

L’ORO DI NAPOLI

16 dicembre 1631: San Gennaro ferma la lava

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi