fbpx
martedì 26 maggio 2020
Logo Identità Insorgenti

Pompei e gli hashtag ai piedi di una colonna antica duemila anni

News | 5 Giugno 2018

Ha destato non poche polemiche la foto pubblicata e diffusa sui social network di un ragazzo in posa su una colonna spezzata di Pompei. Un atto sconsiderato che, complice l’estrema diffusione provocata da internet, ha fatto in poco tempo il giro del mondo.

Tanto da ‘costringere’ il giovane – uno studente universitario belga di 25 anni – a chiedere ufficialmente scusa. Una bravata innocente, un gesto stupido e superficiale. Il ragazzo ha persino pensato per rimediare all’errore di voler contribuire in termini economici a nuove scoperte ed alla conservazione del sito tramite una raccolta fondi per Pompei. Un gesto dettato dalla conseguente polemica scatenata, un gesto evidentemente sterile – non ce ne voglia il giovane belga ma la sua idea di contributo economico non rende il valore delle sue azioni, se si poggia su una colonna antica 2000 anni per scattarsi un selfie evidentemente non ha modo di comprendere il reale valore di quella colonna, e di tutto il resto.

Rimane la bravata, una Pompei troppo spesso vittima delle mode, dei social sconsiderati, dei selfie e degli hashtag ai piedi di una colonna. Eppure, basterebbe solo osservarla ed ammirarla, tutta la bellezza di Pompei.

Un articolo di Gianluca Corradini pubblicato il 5 Giugno 2018 e modificato l'ultima volta il 5 Giugno 2018
#Pompei   #social  

Articoli correlati

Beni Culturali | 13 Maggio 2020

RIAPERTURE

Osanna: “Così riorganizziamo Pompei tra restrizioni, sicurezza e sensi unici”

Italia | 12 Marzo 2020

CORONAVIRUS

Libri, film, giga gratuiti: i regali delle aziende digitali per questi giorni di quarantena

L'oro di Napoli | 16 Dicembre 2019

L’ORO DI NAPOLI

16 dicembre 1631: San Gennaro ferma la lava

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi