fbpx
domenica 12 luglio 2020
Logo Identità Insorgenti

Pompei. É tempo di vendemmia agli Scavi

Eventi | 24 Ottobre 2017

Mercoledì 25 ottobre sarà presentato alla stampa il taglio dell’uva dei Vigneti del Triclinio Estivo che sancirà l’inizio della diciottesima edizione della vendemmia a Pompei. Come ormai da tradizione verrà avviata la produzione del vino “Villa dei Misteri”, che prende il nome dalla villa famosa in tutto il mondo per i suoi affreschi suggestivi. Per l’occasione, sarà aperto al pubblico anche il vigneto del Foro Boario.

Prodotto con uve Piedirosso e Sciascinoso, il vino “Villa dei misteri”, presenta caratteristiche uniche poiché realizzato secondo le tecniche di viticoltura di duemila anni fa. L’attività rappresenta una delle prime esperienze scientifiche avviate dal Laboratorio di Ricerche Applicate del Parco Archeologico di Pompei che approfondisce da sempre il rapporto tra botanica e archeologia.

Promosso in via sperimentale nel 1994, il progetto vede la collaborazione del Parco Archeologico di Pompei con l’azienda vitivinicola campana Mastroberardino che cura e produce il vino. In vista dell’inaugurazione della vendemmia, il direttore generale Massimo Osanna e il professore Piero Mastroberardino saranno insieme alle ore 11 presso il vigneto per celebrare la giornata di inizio dei lavori.

Per un’estensione di più di un ettaro ripartito su 15 appezzamenti, e per una resa potenziale di circa 30 quintali d’uva, le aree interessate comprendono tutti i vigneti delle Regiones I e II dell’antica Pompei, che nel 79 d.C. fu tragicamente seppellita dall’eruzione del Vesuvio.

Avvolgente e strutturato al gusto, il Villa dei Misteri si caratterizza per l’intenso colore rosso rubino e per il profumo complesso e persistente, con note speziate e di frutti rossi. Oltre ad essere un vino pregiato, la sua produzione rappresenta un modo per raccontare Pompei, la sua storia e la sua tradizione.

La vendemmia negli Scavi costituisce, infatti, non solo un evento suggestivo, ricco di fascino e magia perché capace di rievocare i fasti dell’antico impero, ma anche un’iniziativa di valorizzazione e di difesa del territorio e del paesaggio.

 

Un articolo di Il Vaporetto pubblicato il 24 Ottobre 2017 e modificato l'ultima volta il 24 Ottobre 2017

Articoli correlati

Eventi | 8 Luglio 2020

OPEN HOUSE

Il festival internazionale dell’architettura e del design torna a Napoli il 3 e il 4 ottobre

Eventi | 2 Luglio 2020

CHIESA DEL CARMINE

Anche quest’anno niente incendio del Campanile (stavolta per il covid)

Eventi | 21 Febbraio 2020

A SCAMPIA

Il Carnevale del GRIDAS: la più grande festa a tema di Napoli

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi