martedì 19 febbraio 2019
Logo Identità Insorgenti

PURE SULLO ZUCCHERO

Il Padrino e la pistola: così in Grecia viene rappresentata Napoli. E Kiss Kiss lancia la campagna #VivereaNapoliè

Sputtanapoli | 10 Ottobre 2018
La notizia viene data da Kiss Kiss Napoli. Che proprio oggi ha fatto partire una campagna #vivereaNapoli è dove si può contribuire con dei pensieri sulla città quale risposta all’assurdità che vi stiamo per raccontare.
A Sarti, Sithonia, Penisola Calcidica e in tanti bar e hotel della Grecia, un napoletano in vacanza nel prendere un caffè ha notato che le bustine di zucchero raffiguravano le città con le sue bellezze: ad esempio per Parigi la torre Eiffel, per Roma il Colosseo, per Londra il big ben.
A quel punto cerca Napoli e quando la trova ecco la sorpresa: sulla bustina di zucchero dedicata a Napoli ci sono Marlon Brando versione “il Padrino”, una pistola, Maradona e la scritta, in italiano, “Vivere pericolosamente”.  E allora Kiss Kiss ha lanciato l’hashtag per i suoi ascoltatori, proprio per ribaltare, ancora una volta, la narrazione esclusivamente a sfondo tossico che non solo in Italia, ma anche in Grecia (dna che ci appartiene) e in altre città europee fanno di Napoli…
PS: #VivereaNapoliè: combattere ogni giorno lo sputtanamento sul nostro conto fatto, come dimostra questa vicenda, con ogni mezzo. Persino con lo zucchero…
Un articolo di Identità Insorgenti pubblicato il 10 Ottobre 2018 e modificato l'ultima volta il 10 Ottobre 2018

Articoli correlati

Attualità | 16 Gennaio 2019

SU ISCHIA PRESS

Ode polemica a Cruciani, prezzolato di regime e nemico del Sud

Ambiente | 8 Gennaio 2019

LA POLEMICA

A Pordenone cartelli sui bidoni: lasciate pulito, non siamo a Napoli. E il web si ribella

Attualità | 4 Ottobre 2018

IL SOLITO LIBERO

Migranti, colera e Napoli in un solo titolo. Però succede a Caserta (e nel resto d’Europa)

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi