fbpx
mercoledì 15 luglio 2020
Logo Identità Insorgenti

Raccolta differenziata: cresce la percentuale in Campania, raggiunta la settima posizione nazionale

News | 20 Ottobre 2014

images (1)La raccolta differenziata in Campania funziona ed è un motivo di vanto dell’intero paese. A contrastare l’immagine disastrata riportata troppo spesso nelle televisioni italiane ci pensa proprio Legambiente, che certifica come la Campania sia una regione virtuosa in merito alla raccolta differenziata. Il numero di comuni che hanno superato la soglia del 65% di differenziata sono ben 61, migliorando di 2 punti percentuali la media dello scorso anno e raggiungendo il settimo posto nella speciale classifica italiana (davanti alla Toscana).

Ci sarà ancora molto da lavorare dato che la percentuale complessiva è del 11%, risultato ancora molto distante dagli standard Europei e da alcune regioni del nord Italia, ma la strada è stata intrapresa e i traguardi si susseguono anno dopo anno. Salerno è l’esempio da seguire nell’ambito regionale essendo l’unica città ad andare oltre il traguardo del 65% di differnziata, seguono Benevento con il 64%, Avellino con il 55%, Caserta con il 45% e infine Napoli, con il 21% (la stessa percentuale dello scorso anno).

Secondo il rapporto della Legambiente: “Molti comuni medi (al di sopra dei 50000 abitanti), soprattutto nella popolosa provincia di Napoli, pur non avendo raggiunto ancora il 50%, stanno in breve tempo raddoppiando le loro percentuali.”

Di seguito il link dimostrativo sulla raccolta differenziata in Campania:

https://www.identitainsorgenti.com/la-raccolta-differenziata-esiste-video-sul-riciclo-in-campania/

Un articolo di Antonio Corradini pubblicato il 20 Ottobre 2014 e modificato l'ultima volta il 20 Ottobre 2014

Articoli correlati

Imprese | 10 Luglio 2020

DONNE & FOOD

A Caserta il panino gourmet è femmina

Eventi | 8 Luglio 2020

OPEN HOUSE

Il festival internazionale dell’architettura e del design torna a Napoli il 3 e il 4 ottobre

L'oro di Napoli | 5 Luglio 2020

L’ORO DI NAPOLI

Megaride, tra storia e leggenda

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi