fbpx
martedì 19 gennaio 2021
Logo Identità Insorgenti

RAI E SPUTTANAPOLI

Se la Coppa Davis diventa un pretesto per attaccare la città

NapoliCapitale, Sport | 4 Aprile 2014

coppa davis napoli

Vi invitiamo anzitutto a guardare il servizio che il tg1 Rai ha mandato in onda da Napoli, oggi sulla Coppa Davis. Lo trovate cliccando questo link. Guardatelo prima di continuare a leggere.

Visto? Che dire? Il Servizio di Rai 1 è equilibrato, no? Deve parlare di sport con sfondo Napoli, ma siccome lo sport ancora non è iniziato, parla solo di Napoli e la divide in “fronte strada” con le sue belle cose di sempre, e “lato strada”, con tutti i problemi, sempre più gravi, di sempre.

E  come lo fa? Come sempre, come al solito, come di consueto: cioè all’Italiana…. e così un pover uomo che vende ombrelli – immagine che potremmo vedere in qualsiasi città – diventa un “approfittatore che parla napoletano” (ma se fosse stato di colore mai si sarebbero pronunciate frasi dispregiative in rai non sarebbe stato politically correct, ma dato che trattavasi di napoletano… vai con lo Sputtanapoli).

E, ancora, una fogna otturata diventa un lago. E, infine, dopo un anno che la Rai non parla del Crollo di Chiaia, dopo un anno in cui ha ignorato l’incuria e le deficienze di Stato e Comune, ecco a contorno perfetto le immagini del crollo di Chiaia, da usare  contro Napoli stessa.

Vorremmo porvi, a questo punto, una domanda, semplice quanto banale: quando la Rai a Roma fa i servizi sugli Internazionali di Tennis, avete mai sentito denunciare nello stesso servizio dei problemi (innumerevoli) della città? Ad esempio del campo Rom vicino all’Olimpico? O del crollo al Foro Italico, a 300 metri da corso Francia, dove due mesi fa, a causa della pioggia, un muro si è sbriciolato sulla strada? No, vero?

Invece qui c’erano tre soggetti: la Rai, Napoli e la Coppa Davis….. la Rai amplificava, Napoli ospitava, la Davis attirava…. ma ad un certo punto la Davis spariva, la rai trasformava e Napoli veniva, come sempre,  sputtanata….

E un servizio sulla Coppa Davis al solito non si è rivelato altro che uno spunto per sputtanare Napoli, come abitudine della tv di stato italica.

La Rai dovrebbe parlare della Coppa Davis ma invece usa la Davis per Sputtanare Napoli. Il succo è questo.

Sia chiaro: almeno sulla Riviera dice cose vere, sacrosante, ma se solo le avesse dette prima, sganciandole dall’evento sportivo, non avremmo che potuto apprezzare. Ci sembra giusto denunciare che la Riviera di Chiaia, un anno dopo il crollo, è totalmente abbandonata.

Ma se lo si fa partendo dalla Coppa Davis, usando la cosa a prestesto, e giusto per inquinare un evento turistico sportivo usando le disgrazie di Napoli non contro i responsabili ma contro Napoli stessa, non ci stiamo. Non ci possiamo stare.

Rai, Coppa Davis Napoli. Ossia come fare uno spot per sponsorizzare le vacanze in Indonesia  intervallandolo con spot di onde di Tzunami….

Grazie Rai. Di tutto, di più. Eterna campionessa dello Sputtanapoli.

(La Redazione di insorgenza.com)

Un articolo di Identità Insorgenti pubblicato il 4 Aprile 2014 e modificato l'ultima volta il 4 Aprile 2014

Articoli correlati

NapoliCapitale | 3 Gennaio 2021

L’EDITORIALE

Una Capitale al collasso: il patrimonio storico di Napoli destinato alla rovina

NapoliCapitale | 2 Gennaio 2021

IL CROLLO

Cede l’arco borbonico del chiavicone di via Partenope

NapoliCapitale | 31 Dicembre 2020

BILANCI AMARI

Nel 2021 l’addio di de Magistris. Auguri Napoli, che l’anno nuovo ti porti qualcuno che ti ami