giovedì 27 giugno 2019
Logo Identità Insorgenti

REALTA’ POSITIVE

Il “Ké Bar”, un’occasione di crescita e integrazione sociale per i ragazzi con sindrome di Down

Diritti e sociale, Lavoro | 1 Aprile 2019

Un bar e un’apecar itinerante per dei “brindisi solidali”. Da Napoli arriva un bell’esempio di iniziative volte a sostenere e integrare nel mondo del lavoro i ragazzi affetti dalla sindrome di Down.

Il “Ké Bar” ideato dall’Associazione di volontariato “La Bottega dei semplici pensieri”

“La Bottega dei semplici pensieri” di Quarto è un’associazione di volontariato senza fini di lucro nata nel 2012 grazie all’impegno di un gruppo di genitori di ragazzi affetti dalla sindrome di Down o da lieve deficit intellettivo che hanno deciso di darsi da fare per facilitarne l’integrazione nella società e negli ambienti di lavoro, in modo da costruire un futuro ai propri figli.
In questi anni sono state tante le iniziative a cui hanno dato vita, sostenuti dalla generosità di aziende, associazioni e privati.
Fra queste, la creazione a Pozzuoli del “Ké Bar”, il primo bar gestito interamente dai ragazzi affetti dalla sindrome di Down che fanno parte dell’Associazione.
Il locale si trova all’interno della scuola paritaria “Multicenter School” di via Campana e ci lavorano i ragazzi affetti da questa malattia genetica dopo aver effettuato un lungo percorso di studi all’interno dello stesso istituto.

Un bar che diventa una “palestra” per entrare nel mondo del lavoro

Sotto la supervisione di un tutor, i ragazzi ogni giorno riescono a far fronte alle richieste dei professori e degli studenti della scuola, destreggiandosi fra la macchina del caffè, le spremute d’arancia e i cappuccini, grazie soprattutto a un grande entusiasmo e alla capacità di lavorare fra loro aiutandosi a vicenda e divertendosi.
Il bar è aperto tutti i giorni dal lunedì al sabato dalle 8 alle 17 e vede i ragazzi dell’Associazione, organizzati in turni di lavoro e con diverse mansioni, dedicarsi con allegria alle diverse attività, rendendo più piacevole la “pausa caffè” ai clienti.
Attraverso iniziative come questa del “Kè Bar” l’associazione “La Bottega dei Semplici Pensieri”, presieduta da Mariolina Trapanese, si propone soprattutto di approfondire e completare la formazione professionale di quei ragazzi diversamente abili che già hanno terminato il percorso scolastico, in modo da favorirne l’inserimento nel mondo del lavoro. ,
Nelle intenzioni degli organizzatori, gestire un bar del genere per i ragazzi è un modo per mettersi alla prova, diventando l’occasione per la crescita della loro autostima e dell’autonomia.
Significa passare dalla “teoria alla pratica”, entrando in contatto diretto con il pubblico e sviluppando ulteriormente sul campo le competenze che hanno acquisito sui banchi di scuola, avendo inoltre un primo approccio con il mondo del lavoro.
Un bar che, quindi, è un’aula di formazione della scuola, una palestra per esercitarsi prima di entrare nel mondo professionale della ristorazione.

Primi veri contratti di lavoro per i ragazzi della Bottega

Il “Kè Bar” rappresenta per i ragazzi della Bottega un primo step che serve per incoraggiarli a fare in seguito altre esperienze lavorative e vivere una vita “normale”, senza sentirsi esclusi a priori da nessun tipo di esperienza.
Grazie al “Programma Garanzia giovani”, infatti, tre dei venti giovani che fanno parte dell’Associazione attualmente hanno ottenuto un contratto semestrale presso delle strutture ricettive e stanno facendo la loro prima vera esperienza lavorativa.
Il “Kè Bar” è uno stage formativo e anche se rappresenta una situazione “protetta”, però richiede un impegno regolare e costante. L’ambiente che li circonda è fatto di giovani e quindi nascono anche amicizie con i loro coetanei che, a loro volta, in questo modo si relazionano con la “diversità” e con un mondo che spesso è ancora sconosciuto.
Un’esperienza che quindi rappresenta per tutti un importante occasione di crescita, di convivenza e di integrazione sociale.

L’Apecar Street Bar e i “brindisi solidali”

Un’originale iniziativa organizzata dalla stessa Associazione è l’ “Apecar Street Bar” per organizzare dei “brindisi solidali”, ovvero un’attività itinerante che si realizza grazie all’utilizzo di un’Apecar appositamente attrezzato per poter effettuare un servizio bar durante degli eventi come congressi, matrimoni o feste di laurea.
L’Apecar è un piccolo “Kè Bar” dove i ragazzi dell’Associazione “La Bottega dei semplici pensieri”, con l’aiuto di un tutor, preparano e servono caffè, aperitivi o cocktail, con la possibilità di accompagnarli con stuzzichini e piccola pasticceria.

L’Apecar come “veicolo” per far conoscere le iniziative dell’Associazione

L’Apecar Street Bar è un modo per trasformare un momento di festa in un momento di solidarietà e dare il proprio contributo e il proprio sostegno in favore delle iniziative lavorative per i ragazzi dell’Associazione.

Grazie alla sua attività itinerante, inoltre, l’Associazione si propone di far conoscere i propri progetti a un sempre maggior numero di persone, sensibilizzando l’opinione pubblica sul tema dell’integrazione nel mondo del lavoro dei ragazzi diversamente abili.
A sostenere questa iniziativa si sono già resi disponibili partner importanti e qualificati come l’azienda vitivinicola “Cantine Astroni”, l’Associazione italiana Sommelier e l’azienda “Casa Infante”, che forniranno i loro prodotti a prezzi solidali e sono disponibili a seguire e migliorare la formazione professionale dei ragazzi.

Sabrina Cozzolino

Un articolo di Sabrina Cozzolino pubblicato il 1 Aprile 2019 e modificato l'ultima volta il 1 Aprile 2019
#Napoli   #Pozzuoli  

Articoli correlati

Infrastrutture e trasporti | 24 Giugno 2019

MANUTENZIONE FANTASMA

I circa 200 edifici in città che necessitano interventi e messa in sicurezza

Altri Sud | 23 Giugno 2019

HONG KONG

Le manifestazioni per il “No Extradition” si fanno sempre più imponenti

Arte | 20 Giugno 2019

SABATO IL CORTEO

Amiamoci: ecco l’opera esclusiva di Spiff per il Pride di Napoli

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi