martedì 12 novembre 2019
Logo Identità Insorgenti

REPRESSIONE MADE IN USA

400 arresti a Ferguson e nelle altre città americane dopo le proteste

Altri Sud, Mondo, Razzismo, Repressione | 27 Novembre 2014

 

ferguson

La repressione made in Usa vive ore cruente. Più di 400 persone sono state arrestate a Ferguson e in tutti gli Stati Uniti in seguito alle proteste per la decisione del grand jury di non incriminare il poliziotto che ha ucciso Michael Brown. Manifestazioni si sono avute in tutte le grandi citta’ degli Stati Uniti, da Boston a Dallas, da New York ad Atlanta.

Il governatore del Missouri, Jay Nixon, ha inoltre la richiesta di far esaminare a un altro grand jury il caso di Darren Wilson, il poliziotto che ha ucciso il giovane afroamericano Michael Brown.

Intanto continuano su Twitter gli appelli delle star a boicottare il ‘Black Friday’ (la giornata dei grandi sconti che apre la stagione natalizia) in segno di protesta, con gli hashtag #notonedime (neanche un centesimo) e #boycottBlackfriday. Dal re dell’hip-hop Russell Simmons all’attrice di ‘Vampire Diaries’ Kat Graham, molti a Hollywood hanno invitato i loro follower al boicottaggio.

Un articolo di Identità Insorgenti pubblicato il 27 Novembre 2014 e modificato l'ultima volta il 27 Novembre 2014

Articoli correlati

Altri Sud | 10 Novembre 2019

ANNIVERSARI

Berlino, 30 anni fa cadeva il muro: ricordi di un passato troppo presente

Altri Sud | 17 Ottobre 2019

ROJAVA

Una guerra assurda, da fermare subito

Altri Sud | 16 Ottobre 2019

ECUADOR

Vince il Popolo: via il decreto benzina!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi