fbpx
lunedì 1 giugno 2020
Logo Identità Insorgenti

RIAPERTURE

Parrucchieri, ristoranti, bar: il come spetta al governo, il quando alle Regioni

Imprese | 12 Maggio 2020

Prima le linee guida del governo, sulle riaperture. Poi le Regioni potranno decidere in autonomia se anticipare al 18 maggio le aperture di bar, ristoranti, parrucchieri, centri estetici e commercio al dettaglio. Questo il risultato dell’incontro di ieri durante la conferenza Stato-Regioni.

Il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, spiega che “con le linee guida che ci permetteranno un controllo della curva epidemiologica, potremo permetterci anche differenziazioni geografiche. Questo non significa procedere in ordine sparso e affidarci a iniziative avventate. I risultati raggiunti sono anche il frutto del dialogo quotidiano avuto con i rappresentanti degli enti locali, grazie anche al lavoro del ministro Boccia”.

“Questa settimana saranno pronte” – annuncia il ministro degli Affari regionali, Francesco Boccia – le linee guida per le attività che mettono in sicurezza i vari comparti in vista delle riaperture differenziate, a partire dal 18 maggio”.

Conte evidenzia anche la raccolta dei dati “dell’ultimo monitoraggio e con gli esperti stiamo definendo regole chiare sulla sicurezza per lavoratori e clienti. Se sul piano epidemiologico la situazione rimarrà sotto controllo, potremo concordare con le Regioni alcune anticipazioni”. “L’importante – aggiunge Conte – è procedere sulla base di monitoraggi puntuali, perché per le imprudenze pagheremmo costi enormi”.

“Io spero – precisa ancora Boccia – che con la differenziazione territoriale possano riaprire ovunque” le attività, e poi “sarà responsabilità delle singole Regioni avere il quadro dei dati. Se i contagi andranno giù, potranno riaprire anche altre cose. Se i contagi saliranno su, dovranno restringere. E sarà più facile per tutti responsabilità e doveri”. “Noi auspichiamo – afferma Boccia – che ci sia una differenziazione territoriale. L’unica cosa che posso dire è che quando partirà questa differenziazione territoriale lo Stato indicherà delle linee guida molto chiare da rispettare. Potranno riaprire gran parte delle attività economiche”, ma “non possiamo far ripartire attività senza protocolli di sicurezza”.

Tra giovedì e venerdì , sulla base dei dati del monitoraggio, arriveranno le linee guida e i dettagli dei protocolli di sicurezza che definiranno non solo il quando ma soprattutto il come queste attività potranno riaprire.

E mentre il governo si riserva la possibilità di intervenire in senso restrittivo nel caso in cui, sulla base dell’andamento dei dati di contagio, fosse necessario una nuova diffusione del virus, le associazioni di categoria dei comparti interessati alle aperture anticipate sono in trepidante attesa per conoscere le regole con le quali misurarsi per ritornare in attività.

Protocolli troppo restrittivi permetteranno una vera ripresa ? E come garantire invece la sicurezza dei clienti e degli operatori con regole più flessibili?

 ”Noi – ha sottolineato Boccia – auspichiamo che ci sia una differenziazione territoriale. L’unica cosa che posso dire è che quando partirà questa differenziazione territoriale lo Stato indicherà delle linee guida molto chiare da rispettare”.

Ad ogni modo la partita è delicata e la posta in gioco alta per ogni singola Regione. Perché se il come spetta al governo, il quando spetta agli enti territoriali. Che dovranno scegliere ma anche monitorare. Una prova importante soprattutto per le Regioni che fino a questo momento hanno retto più delle altre.

Valentina Castellano 

 

Un articolo di Valentina Castellano pubblicato il 12 Maggio 2020 e modificato l'ultima volta il 12 Maggio 2020

Articoli correlati

Imprese | 21 Maggio 2020

RIAPERTURE

Parlano i protagonisti della ristorazione a Napoli nel primo giorno post Covid

Imprese | 21 Maggio 2020

RIAPERTURE

Antica Pizzeria da Michele, nuovo inizio tra distanziamento e prenotazioni

Imprese | 18 Maggio 2020

RIAPERTURE

Il racconto del primo giorno di Twins Parrucchiere a Fuorigrotta

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi